Home / Attualita' / CRONACA / Monastir. Arrestato 26enne per detenzione ai fini di spaccio

Monastir. Arrestato 26enne per detenzione ai fini di spaccio

Nella mattinata di ieri i Falchi della Squadra Mobile di Cagliari hanno arrestato il 26enne residente a Monastir Gianluca Zucca per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Nell’abitazione del giovane sono stati rinvenuti, in seguito ad una perquisizione, circa 10.000 euro in contanti, più di 28 grammi di cocaina e gli strumenti per il suo confezionamento

detenzioneNell’ambito dei mirati servizi per il contrasto allo spaccio delle sostanze stupefacenti, intensificati per rispondere alle esigenze dei cittadini che sempre più spesso si rivolgono alla Polizia di Stato per chiedere prevenzione e sicurezza, i poliziotti del gruppo Falchi della sezione “Criminalità diffusa” della Squadra Mobile, hanno tratto in arresto Gianluca Zucca, 26enne, per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Varie fonti info investigative hanno permesso di acquisire informazioni su un’intensa attività di spaccio di sostanze stupefacenti, in atto all’interno di un’abitazione di Monastir, nella quale risiede Zucca.

Intorno alle ore 09.30 di ieri è stato predisposto un servizio nei pressi della sua abitazione; verso le ore 10.00, mentre il giovane usciva dalla propria abitazione, è stato bloccato e controllato. Nella tasca dei pantaloni indossati è stata rinvenuta una mazzetta di denaro pari a euro 1.400, suddivisa in banconote di vario taglio.

Dalla perquisizione effettuata dentro l’abitazione di Zucca, all’interno di una cassaforte, rimessa nell’armadio di una cameretta, è stata rinvenuta la somma di euro 200 in banconote di vario taglio.

Nella cucina, all’interno di una fruttiera, è stato recuperato un contenitore in plastica contenente otto involucri in cellophane, termosaldati, con all’interno cocaina per un peso di 3,03 grammi.

Occultata nel fornetto elettrico, all’interno di un mobile della cucina, i poliziotti hanno rinvenuto la somma di 9.340 euro, suddivisa in tre mazzette, e due “pietre” di cocaina  per un peso complessivo di gr. 28,70. All’interno della cucina sono stati trovati anche due bilancini di precisione, perfettamente funzionanti, con evidenti tracce di cocaina. Sul ripiano dell’angolo cottura è stato recuperato un ulteriore bilancino di precisione perfettamente funzionante e sei sacchetti in cellophane identici a quello utilizzato per il confezionamento degli otto involucri sequestrati.

Tratto in arresto, su disposizione del P.M. di turno, è stato trattenuto presso le camere di sicurezza in attesa del processo con rito per direttissima previsto per la mattinata odierna.

Info su La Redazione

Controlla Anche

Sovvenzioni

GdF Sassari: arrestato cittadino nigeriano per possesso di marijuana

I militari della Squadra Cinofili della Guardia di Finanza del Gruppo di Olbia, in un …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Optimized with PageSpeed Ninja
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com