Home / Ambiente / “Earth Hour” (l’ora della terra): il Comune di Oristano aderisce all’iniziativa

“Earth Hour” (l’ora della terra): il Comune di Oristano aderisce all’iniziativa

Il Comune di Oristano anche quest’anno aderisce ad “Earth Hour” (l’ora della terra) la giornata di mobilitazione globale promossa dal Wwf in tutto il mondo e indetta per sabato 25 marzo come evento di sensibilizzazione al risparmio energetico nella lotta ai cambiamenti climatici.

“A Oristano luci spente per un’ora, dalle 20.30 alle 21.30 nella centrale piazza Eleonora e in alcuni tratti di via Duomo e via Dritta e in piazzetta Corrias – dice l’Assessore all’Ambiente Efisio Sanna -. Per la serata, la sezione Oristanese del WWF sta organizzando presso alcuni locali della città, delle cene a tema che provvederà a pubblicizzare”.

Earth Hour (Ora della Terra) è la grande mobilitazione globale del WWF che, partendo dal gesto simbolico di spegnere le luci per un’ora, intende sensibilizzare cittadini, istituzioni e imprese per facilitare e mettere insieme le comuni volontà di dare al mondo un futuro sostenibile e vincere la sfida del cambiamento climatico.
Dalla prima edizione del 2007, che ha coinvolto la sola città di Sidney, l’ora della terra si è rapidamente propagata in ogni angolo del pianeta, lasciando al buio piazze, strade e monumenti simbolo come il Colosseo, Piazza Navona, il Cristo Redentore di Rio, la Torre Eiffel, Il Ponte sul Bosforo e tanti altri luoghi simbolo.

“Oristano aderisce all’iniziativa con la convinzione che insieme si può fare una grande differenza – dice ancora l’Assessore Sanna -. Il cambiamento climatico evolve molto rapidamente e gli impatti sono sempre più seri e preoccupanti. Nel vertice sul clima di Parigi si è raggiunto un accordo storico che può segnare una inversione di tendenza, a patto che si acceleri l’abbandono dei combustibili fossili e il passaggio all’energia rinnovabile e a modelli di efficienza e risparmio energetico”.

Ma la finalità del movimento globale “Ora della Terra” non è limitato ad alcuni milioni di interruttori sparsi per il mondo, il suo intento è quello di promuovere uno stile di vita quotidiano all’insegna del risparmio energetico e della ecosostenibilità: “In questa direzione a Oristano siamo impegnati da anni come confermano i numerosi riconoscimenti sull’ecosistema urbano, la certificazione ambientale della bandiera blu, i dati sulla raccolta differenziata – prosegue Sanna -. Rimanendo sul tema dell’illuminazione a Oristano su 5.200 corpi illuminanti di illuminazione pubblica il 99% utilizza la tecnologia del LED a basso consumo. Entro l’estate con un investimento di 150 mila euro prenderanno il via i lavori per l’installazione di 4 impianti fotovoltaici nei tetti di altrettante scuole cittadine”.

Info su La Redazione

Controlla Anche

Fervono già i preparativi per la Sartiglia 2018

Fervono già i preparativi per la Sartiglia 2018 di Oristano, con una riunione tecnica che …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Optimized with PageSpeed Ninja
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com