Home / Attualita' / Cagliari passa al “porta a porta” per la raccolta differenziata

Cagliari passa al “porta a porta” per la raccolta differenziata

Al via il nuovo sistema di raccolta dei rifiuti. Il sindaco Zedda :“L’obiettivo è quello di aumentare la percentuale di differenziata, diminuire la quantità di rifiuti indifferenziati, diminuire la tassazione e aumentare il decoro urbano”.

Cagliari

Entro l’estate prossima non ci saranno più i cassonetti della spazzatura in strada. Cagliari passa al “porta a porta” per la raccolta differenziata dei rifiuti. Già dalla prima settimana di dicembre comincerà la distribuzione degli avvisi per la consegna dei kit nelle abitazioni e nei condomini per la raccolta a domicilio dei rifiuti.

Dopo il lungo iter del nuovo appalto vinto da un raggruppamento di imprese (De Vizia, Coopòat ed Econord) per un importo complessivo di 230milioni, per sette anni, prende quindi forma in maniera tangibile il servizio di raccolta porta a porta, che nell’arco di qualche mese coinvolgerà tutta la città.

“L’obiettivo principale – ha spiegato il sindaco Zedda stamani durante l’incontro con i giornalisti all’Ex Vetreria di Pirri – è quello di aumentare la percentuale di differenziata, diminuire la quantità di rifiuti indifferenziati, diminuire la tassazione e aumentare il decoro urbano”.

Saranno quindi consegnati quasi 500mila contenitori, tra mastelli per l’organico, il multimateriale, il secco, la plastica, la carta e il vetro (tutti dotati di microchip e perciò  immediatamente collegabili al proprietario attraverso un particolare lettore in dotazione al personale incaricato della raccolta). Poco meno di 16mila saranno invece i bidoni condominiali. Quasi 64mila i mastelli per le utenze non domestiche. In totale saranno consegnati nei prossimi mesi oltre 500mila contenitori, dal giallo, al verde al grigio, al marrone, al blu.

“La distribuzione dei mastelli sarà effettuata a domicilio da personale identificato e riconoscibile”, ha scandito il sindaco. Ma per evitare qualunque tipo di disguido, saranno anche attivati sette punti di contatto con i cittadini in diverse zone della città. Chi non fosse in casa al momento della consegna potrà avere ottenere anche nel Centro informazioni già operativo in viale Ciusa 133, tutto il materiale necessario.

Importanti novità anche per quanto riguarda i controlli contro l’abbandono dei rifiuti nel territorio. “Sarà attivo il servizio di telesorveglianza, con l’utilizzo di droni”, ha detto il sindaco ricordando le pesanti sanzioni per i trasgressori. E sarà potenziata la lotta all’evasione.

Sempre nell’ambito del nuovo appalto sono già operative le isole ecologiche mobili in città, ha spiegato l’assessora alle Politiche per il decoro urbano Claudia Medda. “Le postazioni sono state portate a tre e sono aumentati i giorni e gli orari di conferimento”. A eccezione dei giorni festivi, gli operatori sono a disposizione degli utenti dal lunedì alla domenica per 12 ore al giorno, dalle 7 alle 13 e dalle 15 alle 21. I punti di raccolta sono presenti nel parcheggio all’angolo tra via Pisano e via Newton (accanto alla scuola Convitto), nel parcheggio Cuore, in prossimità del vecchio stadio Sant’Elia e nel parcheggio di via Puglia in zona cimitero San Michele.

Attivo anche il Centro informazioni, a disposizione dei cittadini dal lunedì al sabato dalle 8 alle 20 per tutti gli aspetti relativi al nuovo sistema di raccolta dei rifiuti. L’ufficio si trova in viale Ciusa 133, è dotato di un ampio parcheggio gratuito ed è facilmente raggiungibile con i bus del Ctm attraverso le linee M e 16. È sempre attivo anche il numero verde 800 533 122, attraverso il quale è possibile prenotare il ritiro gratuito a domicilio dei rifiuti ingombranti.

Ripercorrendo l’iter amministrativo del nuovo appalto, Fabrizio Marcello ha parlato di un risparmio netto per l e casse comunali di circa 7milioni di euro l’anno. “Ciò consentirà una riduzione progressiva della Tari”.

Oltre a numerosi consiglieri e rappresentanti della Municipalità di Pirri, all’incontro di oggi all’Ex Vetreria ha partecipato anche Piero Attoma, presidente di Comeico (Consorzio nazionale recupero e riciclo degli imballaggi a base cellulosica), che insieme al sindaco ha sottoscritto l’accordo con il Comune per far crescere di oltre la raccolta differenziata di carta e cartone di 2mila tonnellate all’anno. Ciò significherà  un beneficio economico per la città di circa 170mila euro, che si aggiungeranno ai 461mila euro già maturati con la raccolta 2017. L’aumento delle quantità porterà il Capoluogo a livello delle grandi aree metropolitane del sud Italia, raggiungendo una media pro capite di oltre 70 chilogrammi per abitante.

“Nelle prossime settimane sarà attivo anche un nuovo sito internet dedicato (wwww.cagliariportaaporta.it) e una “app” da scaricare sul telefonino, con cui i cittadini potranno rimanere sempre aggiornati, in tempo reale, sulle novità e sul calendario della raccolta dei rifiuti, ma anche effettuare segnalazioni ai servizi comunali, affinché intervengano tempestivamente in situazioni che lo richiedono. Successivamente il sito sarà dotato di ulteriori pagine informative, sia per i cittadini che per le imprese, su cui saranno illustrati servizi aggiuntivi, quali per esempio la Casa del riuso, la Raccolta dell’olio alimentare, la Giornata del giocatolo. Ogni cittadino sarà inoltre dotato della Ecocard che gli permetterà di usufruire di tutti i servizi e di eventuali iniziative premianti”, ha concluso Claudia Medda.

Info su La Redazione

Controlla Anche

Saline

Assemini. Saline Conti Vecchi: programma di eventi a tema natalizio

Domenica 17 e venerdì 22 dicembre 2017, le Saline Conti Vecchi ad Assemini (CA), bene …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Optimized with PageSpeed Ninja
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com