Cagliari – Lopez: “Una serataccia. Abbiamo steccato la partita”

CAGLIARI – Non cerca alibi il tecnico Diego Lopez: “Non abbiamo fatto la partita che avremmo dovuto giocare. Troppi errori. Ripartenze sbagliate. Palloni persi in modo banale”. Fosse per l’allenatore rossoblù, la conferenza si chiuderebbe qui: “Perché – aggiunge nella sala stampa della Sardegna Arena – questa gara è da dimenticare. Subito”. No. Non è il suo Cagliari, che incarna lo spirito combattivo del trainer. L’ex capitano indossa le vesti di giudice impietoso. “Dobbiamo solo fare tesoro degli errori. Ci siamo complicati la vita con le nostre mani. Non abbiamo quasi tirato in porta”. Difficile capire se in questa partita abbiano fatto la differenza la qualità e il gioco della Fiorentina o i demeriti del Cagliari. Di certo, l’assenza di Cigarini si è fatta sentire: “Certo – spiega Lopez – Luca assicura gli equilibri, ma oggi non siamo stati squadra”. E allora c’è da voltare pagina. Testa bassa e pedalare. Ecco allora il vero volto del “Jefe”, uno che non molla mai. “Sabato siamo chiamati ad un’altra partita decisiva. Contro l’Atalanta dovremo ritrovare il nostro gioco. E rialzarci cercando di proporre trame pericolose”. Neppure la classifica – con il Cagliari che rischia di essere risucchiato nei bassifondi – lo spaventa: “Non dobbiamo farci travolgere dal pessimismo per questa partita. Sarà importante lavorare per correggere gli errori – conclude Lopez – e ripartire”. Per il tecnico della Fiorentina, Stefano Pioli, un successo con tante note positive: “Contro i rossoblù non era un match facile. Non abbiamo consentito al Cagliari di giocare il suo calcio. Siamo stati compatti e abbiamo dimostrato personalità”.
Luciano Pirroni