hackaton Tousirmo

In che modo, soprattutto in un contesto di concorrenza il turismo transfrontaliero può rafforzarsi come risorsa grazie allo sviluppo di un comune senso di appartenenza e sicurezza? Il primo “HACKATHON TOUR.I.SMO SARDEGNA” rappresenta il tentativo di dare una risposta concreta a questa domanda. Una domanda funzionale ad un consapevole sviluppo della dimensione turistica isolana.

“Hackathon TOUR.I.SMO Sardegna”: 29-30 aprile 2021

Il primo “Hackathon TOUR.I.SMO Sardegna”, realizzato all’interno del progetto INTERREG TOUR.I.SMO dal capofila Fondazione Mo.So.S., si svolgerà interamente online nel rispetto di tutte le normative anti Covid-19 – mediante l’utilizzo di piattaforme tecnologiche di fruizione, comunicazione e condivisione. – a partire dalle ore 9.30 del 29 aprile per poi concludersi alle ore 16.30 del 30 aprile 2021. L’appuntamento vedrà coinvolti 20 ragazzi dell’Istituto di Istruzione “L. Einaudi” di Senorbì e tre studentesse dell’Università di Tolone, partner accademico del progetto.

hackathon tourismo

advertisement

Il quesito iniziale sarà solo il punto di partenza per arrivare ad elaborare delle soluzioni innovative e pratiche. I team in corsa per l’hackathon saranno chiamati a sviluppare soluzioni innovative e tecnologiche che mirino a migliorare l’esperienza di turisti ed operatori, sviluppare nuove strategie di comunicazione e marketing per promuovere uno sviluppo identitario e comune del territorio, sviluppare delle partnership che promuovano lo sviluppo territoriale creando legami, incentivando la sicurezza, infondendo fiducia e incrementando l’occupazione.

La posta in palio

Il team vincitore “HACKATHON TOUR.I.SMO SARDEGNA” avrà la possibilità di partecipare all’evento finale online e di presentare la sua idea insieme ai vincitori dell’hackathon francesce (previsto a maggio e organizzato dall’Università di Tolone) e dell’hackathon toscano, in programma a giugno e organizzato dal partner Fondazione Campus.

Obiettivi

Attraverso il progetto “TOUR.I.SMO” si intende offrire a studenti e neodiplomati la chiave di volta per rilanciare il settore del turismo e dell’ospitalità. Il progetto si inserisce in un’azione di formazione congiunta transfrontaliera nella filiera prioritaria del turismo innovativo e sostenibile per la valorizzazione delle strutture ricettive, nonché dei beni storici, naturalistici e identitari dei territori transfrontalieri coinvolti: Francia, Toscana e Sardegna.