Sardegna, gli incendi non danno tregua: ventiquattro in un giorno

Sardegna,
Foto di repertorio (Corpo Forestale)

Ennesima giornata di straordinari per le squadre anti-incendio dell’Isola. Su un totale di ventiquattro roghi occorsi in data 5 luglio, in otto di essi il Corpo forestale ha dovuto ricorrere, oltre alle squadre a terra, anche ai mezzi aerei del sistema regionale

Nella provincia del Sud Sardegna, precisamente nelle campagne del Comune di Nurri, località Riu Bau Nurri, le fiamme hanno percorso una superficie di circa 4 ettari  di  vegetazione (a pascolo cespugliato). Le operazioni di spegnimento sono state coordinate dal personale della Stazione Forestale di Isili, coadiuvato dal personale elitrasportato a bordo dell’elicottero proveniente dalla base elicotteristica del CFVA di Villasalto.

Sempre nel Sud Sardegna, in questo caso a Siliqua, nella valle del Cixerri, è divampato un rogo in località Rio Su Tintianu. Lo spegnimento è stato coordinato dal personale della Stazione Forestale di Siliqua, coadiuvato dal personale elitrasportato a bordo dell’elicottero proveniente dalla base elicotteristica del CFVA di Marganai. Sul posto sono intervenute anche le squadre dei volontari dei Comuni di Siliqua e Villamassargia.

Nel nord dell’Isola, presso il Comune di Oschiri (SS), località C. Sas Balzas, si è sviluppato un incendio le cui operazioni di spegnimento sono state coordinate dal personale della Stazione Forestale di Berchidda, coadiuvato dal personale elitrasportato a bordo dell’elicottero proveniente dalla base elicotteristica del CFVA del Limbara e Alà dei Sardi.

advertisement

Altri roghi rilevanti hanno riguardato le campagne dei comuni di Bottidda, Olbia, Seneghe, San Sperate, Lodè. Per domare le fiamme sviluppatesi in ciascuno di essi, è stato prezioso il contributo fornito alle Stazioni Forestali e ai personali elitrasportati dalle squadre dei VVF, dell’Agenzia Forestas e dei Barracelli.

 

Potrebbe interessarti anche: Sardegna in fiamme: ventisette incendi in un solo giorno