Cagliari- In scadenza il bando Andrea Parodi. L’unico concorso italiano di World Music

Scade il 31 maggio, il bando del Premio Andrea Parodi, l’unico concorso italiano di World Music, organizzato dall’omonima Fondazione diretto da Elena Ledda.

Le finali dell’edizione 2019, la XII sono in programma a Cagliari dal 10 al 12 ottobre.

Per partecipare al bando bisogna collegarsi al sito: suwww.fondazioneandreaparodi.it.

advertisement

L’iscrizione è gratuita e aperta agli artisti di tutto il mondo.

Le domande di iscrizione dovranno essere inviate tramite il format presente sul sito e dovranno contenere inoltre:

– 2 brani (2 file mp3, provini o registrazioni live o realizzazioni definitive; indicare con quale dei due brani si intende gareggiare);

– testi ed eventuali traduzioni in italiano dei due brani;

– curriculum artistico del concorrente (singolo o gruppo);

Il Premio è nato per omaggiare un grande artista sardo come Andrea Parodi, passato dal pop d’autore con i Tazenda ad un percorso solistico di grande valore e di rielaborazione delle radici, grazie al quale è diventato un riferimento internazionale della world music, collaborando fra l’altro con artisti come Al Di Meola e Noa.

Le precedenti edizioni della manifestazione sono state vinte: nel 2009 da Francesco Sossio (Puglia), nel 2010 dalla Compagnia Triskele (Sicilia), nel 2011 da Elva Lutza (Sardegna), nel 2012 da Elsa Martin (Friuli), nel 2013 da Unavantaluna (Sicilia), nel 2014 da Flo (Campania), nel 2015 da Giuliano Gabriele Ensemble (Lazio), nel 2016 dai Pupi di Surfaro (Sicilia), nel 2017 da Daniela Pes (Sardegna). Lo scorso anno la vittoria è andata invece a La Maschera (Campania).

L’anno precedente ha visto invece l’entrata nella cinquina delle Targhe Tecno, una band napoletana che, dopo la vittoria al Parodi ha effettuato due tour nazionale che hanno toccato le principali città della penisola e mini tour in Portogallo, Canada e Sud Corea.

La band si prepara ora ai prossimi appuntamenti live sui palchi di importanti festival nazionali ed internazionali tra cui l’Home Festival di Venezia e lo Sziget di Budapest.

Insieme a queste esibizioni ci saranno gli appuntamenti legati alla vittoria del Premio Parodi, che prevede la partecipazione ad una serie di concerti e ad alcune delle più significative rassegne di musica di qualità: dall’European jazz expo in Sardegna, a Folkest in Friuli, dal Negro Festival di Pertosa (SA), al Mei di Faenza e allo stesso Premio Parodi e ad altri eventi che si aggiungono durante l’anno. Oltre a questo hanno avuto diritto ad una borsa di studio di 2.500 euro.

Al vincitore del premio della critica andrà invece la realizzazione professionale del videoclip del brano in concorso, a spese della Fondazione Andrea Parodi.

Partner della manifestazione sono, oltre ai festival succitati, anche Premio Bianca d’Aponte, Mare e Miniere, Premio Città di Loano per la musica tradizionale italiana, Labimus (Laboratorio Interdisciplinare sulla Musica dell’Università degli Studi di Cagliari, Dipartimento di Storia, Beni culturali e Territorio), Fondazione Barumini – Sistema Cultura.