Villasimius: arriva il Seabin di IBL per raccolta rifiuti in mare

Villasimius Seabin IBL

Cagliari, 13 luglio 2021 – IBL Banca adotta il Seabin, lo speciale cestino galleggiante in grado di filtrare e raccogliere rifiuti dal mare, installato sulla banchina del porto turistico all’interno dell’Area Marina Protetta Capo Carbonara, gestita dal Comune di Villasimius.

L’iniziativa accompagna la nascita di ControCorrente, il nuovo conto corrente remunerato di IBL Banca, e si inserisce in un più ampio disegno per sensibilizzare il pubblico, tramite i canali online della banca, sul tema dell’inquinamento delle acque e sull’importanza di invertire una tendenza che mette a rischio la salute dei nostri mari.

Il Seabin nella Marina di Villasimius è stato immerso nell’acqua con la parte superiore al livello della superficie, in un punto di accumulo dove venti e correnti tendono a far convergere i rifiuti galleggianti. Grazie alla pompa collegata alla corrente il dispositivo è in grado di trattare circa 25 mila litri di acqua all’ora e di convogliare i detriti al suo interno.

La Marina di Villasimius

Sorge lungo la costa sudorientale della Sardegna, tra le incantevoli falcate sabbiose dell’Area Marina Protetta di Capo Carbonara, ha una capienza di circa 840 imbarcazioni e la zona, con oltre 1 milione di presenze durante la stagione estiva, rappresenta la quarta realtà sarda per importanza a livello di flussi turistici.

advertisement

Viene stimato che grazie a questo dispositivo sponsorizzato da IBL Banca sarà possibile raccogliere dal mare in un anno circa 500 kg di rifiuti galleggianti equivalenti in peso a 30 mila bottigliette da mezzo litro, 100 mila sacchetti e 250 mila cannucce di plastica.

Preservare la zona dall’inquinamento è particolarmente importante per salvaguardare la vicina Area Protetta Capo Carbonara ed il suo ecosistema marino. L’area ospita infatti praterie di Posidonia oceanica, preziosa per contrastare l’erosione delle coste, per produrre ossigeno e dare riparo ai pesci, ed accoglie diverse specie e mammiferi marini tra i quali delfini, stenelle striate, esemplari di balenottera comune e capodogli. Sono numerose anche le nidificazioni di tartaruga Caretta caretta che depongono le uova sulle spiagge dell’area marina protetta e nei dintorni.

“Partecipiamo al progetto LifeGate PlasticLess® impegnandoci a dotare tre importanti Marine italiane dell’innovativo Seabin, il cestino ideato per contribuire alla diminuzione dell’inquinamento delle acque attraverso la raccolta dei rifiuti plastici. Iniziamo con la Marina di Villasimius e la sua area protetta vista l’importanza del suo ecosistema ed anche per il nostro legame con il territorio dove siamo presenti da tempo con cinque punti tra filiali e agenzie. Nel sito ControCorrente e sui nostri canali online abbiamo inoltre previsto spazi dedicati alle Marine con aggiornamenti sulla raccolta di plastiche e microplastiche tramite i Seabin e per condividere informazioni sul tema della sostenibilità”, ha spiegato Simone Lancioni, Responsabile Marketing di IBL Banca.

“Vogliamo ringraziare IBL Banca per aver scelto di essere parte attiva del cambiamento attraverso l’adesione a LifeGate PlasticLess® – il commento di Enea Roveda, CEO di LifeGate – l’obiettivo è quello di continuare questo percorso per aumentare la presenza dei dispositivi in tutto il territorio nazionale e nel resto di Europa, ridurre i rifiuti plastici presenti nelle acque e creare maggiore consapevolezza su un’emergenza ambientale che necessita di misure mirate e urgenti”.

“Villasimius, considerata uno dei migliori approdi al mondo, è dove natura e divertimento hanno lo stesso colore: quello del mare limpido della Sardegna. Esempio rappresentativo dell’equilibrio raggiunto tra turismo e rispetto del paesaggio, il Marina è stato eletto come modello sostenibile dalla Commissione europea, che ha certificato Villasimius, insieme ad altri luoghi della Sardegna meridionale, come “Prima destinazione sostenibile d’Europa”. Tra lagune e calette che si estendono lungo la costa ricca di scogliere, Villasimius è meta tra le più ambite nell’area mediterranea”, ha dichiarato Amedeo Ferrigno, Direttore della Marina di Villasimius.

La tutela ambientale è una missione fondamentale per la buona riuscita dello sviluppo sostenibile del territorio. Infatti, dare la possibilità oggi ai fruitori del territorio di godere delle bellezze emerse e sommerse nel pieno rispetto delle regole consentirà di far godere questo bene alle generazioni future”, ha aggiunto Fabrizio Atzori, Direttore dell’Area Marina.

Con ControCorrente la banca propone un conto corrente completo ed evoluto, che prevede un tasso di interesse lordo fino allo 0,30% sulla liquidità e la possibilità di ottenere remunerazioni più elevate tramite delle opzioni di time deposit. Il conto ControCorrente è attivabile online sul sito dedicato (controcorrente.it), oltre che presso le filiali di IBL Banca.

In Sardegna, IBL Banca è presente con la sua rete di filiali e agenzie a Cagliari, Sassari, Oristano, Olbia e Nuoro.