La sfida contro l’Hellas Verona in Coppa Italia è stata davvero ostica, complice anche il livello tecnico dell’avversario. E’ arrivato il passaggio del turno e il mister rossoblù Di Francesco nel post gara analizza il match dei suoi.

Il Cagliari arrivava a questa sfida con la sconfitta subita contro la Juventus in campionato, di conseguenza questa vittoria ha un sapore dolcissimo.

“Sono felice di aver passato il turno, i ragazzi se lo meritavano; sapevamo che non era facile, ripartire dopo una sconfitta è sempre importante”.

advertisement

Tanti cambi per questa sfida e così si rivede in campo Cerri, complice anche la positività al Covid di Simeone. Una scommessa che ha pagato con la rete dell’attaccante.

“Ho voluto dare una chance a Cerri sapendo di avere pronto anche Pavoletti. La scelta si lega anche all’indisponibilità di Simeone: Leo e Alberto si giocheranno il posto a partire da domenica. La squadra è unita e sa dare le interpretazioni giuste, i ragazzi si mettono a disposizione e accettano le mie scelte”.

Tra i grandi promossi c’è il giovane Carboni che sta dimostrando di crescere sia da centrale sia da terzino.

“Per domenica spero di recuperare Klavan, ma intanto oggi ho visto un ottimo Carboni, un 2001 che ha dimostrato la sua crescita, sia da terzino che da centrale. Sono contento per lui. Lo Spezia? Inizieremo a pensarci da domani, per adesso godiamoci questa vittoria”. 

Ultimo commento è sulla morte di Maradona.

“Ho saputo la notizia della morte di Maradona nell’intervallo della partita, mi sono venuti i brividi. Di Diego ho un bellissimo ricordo: conservo ancora la sua cartolina di auguri di Natale che mi mandò anni fa, un esempio della sua disponibilità e del suo stile. La sua scomparsa è arrivata improvvisa, sono veramente molto dispiaciuto”.