Città medievali, gran finale a Fiuggi e Fumone

Città medievali, gran finale a Fiuggi e Fumone. Domani ultimi due appuntamenti. Bilancio positivo. Il direttore: “Un grande successo”.

Città medievali
Città medievali

Gran finale al festival delle Città Medievali di musica classica e lirica, che quest’anno ha celebrato la quarantesima edizione.

Domani sabato 19 settembre sono in programma gli ultimi due appuntamenti di una stagione. Anche con tutte e difficoltà legate all’emergenza coronavirus, si è registrata una notevole partecipazione di pubblico, sempre nel rispetto delle norme anti Covid-19.

A Fumone, nella sala consiliare del Comune, alle 18.15 si esibiranno Mirella Pantano (flauto) e Claudio Cellucci (cembalo). Il loro programma sarà interamente dedicato a Bach e il flauto.

La kermesse si concluderò a Fiuggi, all’Officina della Memoria, dove domani, alle 21, sarà grande protagonista il pianista Nico Fuscaldo in un concerto dal titolo «Il pianoforte magico e descrittivo». Fuscaldo interpreterà la Sonata in La b Magg di L. van Beethoven e alcuni tra i migliori brani del compositore Muussorsky, tracio La Grande Porta di Kiev.

Anche in questa edizione il festival delle Città Medievali ha confermato l’ottimo seguito di pubblico e la capacità, attraverso la musica e la cultura, di promuovere e valorizzare il territorio.

Memorabile alla Villa di Traiano degli Altipiani di Arcinazzo l’appuntamento con Il barbiere di Siviglia (eseguito anche alla fonte di Bonifacio a Fiuggi e a Filettino) che ha mandato in visibilio gli spettatori.

Grande serata anche a Paliano con l’omaggio al maestro Ennio Morricone, che tanti anni fa fu protagonista di uno straordinario esibizione al festival delle Città Medievali. «E’ stato faticoso – ha commentato il direttore artistico, Vincenzo Mariozzi -, ma anche stavolta tutto è andato bene e il bilancio è positivo. Nonostante le difficoltà per garantire la massima sicurezza agli spettatori – ha concluso – è stato un grande successo e siamo davvero soddisfatti».