Il Cagliari esce dalla stadio Olimpico senza punti, complice una Lazio cinica nei momenti opportuni ed un Cagliari parso stanco con gli uomini migliori.

Nelle dichiarazioni post partita l’allenatore Walter Zenga tira un po’ le somme della sua gestione, ben ricordando com’era il Cagliari quando ha sostituito Maran.

“Ho preso in mano una squadra reduce da un periodo negativo, dopo il lockdown ci siamo allenati senza amichevoli e quindi abbiamo dovuto giocare una volta ogni tre giorni, con pochissimo tempo a disposizione per lavorare.”

Il mister nel corso della partita ha cambiato modulo quattro volte e ha spiegato le ragioni nel post gara.

“Cambiare modulo più volte nel corso della partita e non risentirne è un segno che i ragazzi si applicano, mi seguono e danno il massimo.”

Zenga anche in questa gara ha lasciato spazio ai giovani. Torna in campo Gagliano che debutta in Serie A, classe 2000, mentre Marigosu deve rimandare la sua prima nella massima serie.

“Avrei voluto inserire anche Marigosu, non è stato possibile per una questione di slot|…| Mi piacerebbe trovare una continuità, stiamo anche valutando l’impatto a livello più alto di alcuni ragazzi della Primavera”.

Infine il mister spiega il motivo della sostituzione di Rog.

“Rog è uscito per una botta.”