Castelsardo. Tariffe ridotte per i diritti di segretaria e le pratiche per l’edilizia

Il Sindaco Capula: “Un piccolo impulso per far ripartire il settore

Con la Delibera di Giunta del 13 Febbraio scorso, sono state rimodulate le tariffe per i diritti di istruttoria relativi all’edilizia privata e urbanistica, ai servizi cimiteriali ed i procedimenti inerenti i servizi demografici, polizia municipale e ZTL.

I diritti “area tecnica e SUAPE”, in particolare, stabiliti nel 2013, avevano subito un aumento vertiginoso nel 2016, quando, sempre con Delibera di Giunta, si era previsto che, “anche i progetti di edilizia privata, all’esterno del centro abitato”, fossero “dotati di relazione geotecnica a firma di un tecnico abilitato” e che, anche per i progetti non sottoposti alla legge 64/74 (che prevede particolari prescrizioni per le zone sismiche), “gli uffici comunali richiedessero l’istruttoria/parere da parte di un geologo convenzionato con il Comune, in merito alla relazione geotecnica e/o geologica” fornita dal cittadino.

Per questi motivi le spese di istruttoria, previste a € 40, vennero portate a € 150 per pratica presentata, a cui vennero aggiunti ulteriori € 100 nel caso di progetti ricadenti in area P.A.I.. Nel provvedimento, recentemente adottato dall’attuale amministrazione, tutte le tariffe sono state abbassate.

“Nello specifico siamo intervenuti nelle tabelle 3 e 5, relative ai diritti area tecnica e diritti SUAPE, per dare un piccolo impulso alla locale attività edilizia, oggi in forte crisi – sottolinea il Sindaco Antonio Capula, che ha tenuto per se la delega all’urbanistica – abbattendo i costi di presentazione delle pratiche. É un piccolo ausilio ai cittadini, in attesa della redazione del PUC del PUL e del Piano Regolatore del Porto”. Ecco qualche esempio delle nuove tariffe per quanto riguarda i procedimenti dello sportello unico delle attività produttive:

– i costi per le domande di procedimenti ad immediato avvio a 0 giorni passano da €. 100,00 a €, 20,00;

– i costi per le domande di procedimenti ad immediato avvio a 20 giorni, passano da €. 150,00 a €. 100,00;

– per i procedimenti tramite conferenza dei servizi, il costo passa da € 360,00 a € 200,00.

Nell’immediato futuro si passerà anche a rimodulare la monetizzazione dei parcheggi.  “È una proposta che faremo par adeguare le nostre tariffe a quelle degli altri comuni limitrofi e della provincia. – conclude Capula – Chi non ha a disposizione lo spazio per realizzare un parcheggio, ma vuole comunque procedere ad un ampliamento del proprio stabile, potrà concordarne il prezzo con il comune, che utilizzerà gli introiti per creare nuove aree di sosta. L’attuale tariffa è fissata €. 300,00 per metro quadro, ma contiamo di ridurla del 50%”.