Sondaggio Dire-Tecnè: la Lega ‘mangia’ il M5S, crolla la fiducia in Conte

Dati che confermano la Lega come primo partito (34,5%). Al secondo posto il Pd (18,8%) che però perde 0,5% rispetto a due settimane fa. Quindi il M5S, terzo, al 16,8%. Balzo in avanti di Fratelli d’Italia, con un +0,7% in quindici giorni che lo stabilizza quarto partito col 9,1% complessivo.

Stabili gli altri partiti, con oscillazioni contenute nello 0,2% per Forza Italia (8,1%), Italia Viva (4,5%), +Europa (1,8%), Sinistra (1,7%), Verdi (1,4%).

LEGGI ANCHE: Sondaggio Dire-Tecnè: 8 romani su 10 bocciano Raggi, Meloni e Calenda in testa

DIRE-TECNÈ: SOLO UN ITALIANO SU 4 HA FIDUCIA IN CONTE 2

Crolla la fiducia nel governo Conte 2, mai così bassa dalla formazione dell’esecutivo giallorosso. Al momento solo un italiano su quattro (25,8%) ha fiducia nel nuovo corso guidato sempre da Conte.

Il dato è crollato sensibilmente nelle ultime settimane. Solo il 27 settembre, infatti, il 32% degli italiani aveva fiducia nel Conte 2. Parallelamente sale la percentuale di chi non ha fiducia, oggi si attesta al 60,4% e a fine settembre era al 55,2%. Non si esprime il 13,8%.

DIRE-TECNÈ: SU EX ILVA GOVERNO RESPONSABILE PER 31,2%

Sulla crisi dell’ex Ilva gli italiani non riescono ad individuare responsabilità precise, ma la maggior parte (31,2%) ritiene che il governo attuale abbia delle colpe.

Per gli italiani la seconda ad avere responsabilità è stata la proprietà, colpevole per il 30,4% degli intervistati. Poi il governo gialloverde a firma M5S-Lega (26,6%). Senza opinione l’11,8%.

DIRE-TECNÈ: ITALIANI PESSIMISTI SU FUTURO ECONOMIA

La maggior parte degli italiani è pessimista sul futuro della situazione economica italiana. Otto su dieci non pensano che ci saranno grandi cambiamenti.

La metà degli italiani (49,7%) ritiene che in futuro non ci sarà alcun cambiamento sulla situazione economica italiana. Addirittura pù negativo il 31%, secondo cui andrà peggio di oggi. Il 19,3% vede invece un futuro più roseo.

DIRE-TECNÈ: A OTTOBRE RINUNCE E DEBITI PER QUASI 16% ITALIANI

Rinunce e debiti per il 15,8% degli italiani nel mese di ottobre, mentre il bilancio familiare del mese è positivo per la restante parte di nostri connazionali.

Per il 54,8% degli italiani, il mese di ottobre ha registrato entrate ed uscite in equilibrio. Mese ancora più propizio per il restante 29,4%, che ha risparmiato molto o abbastanza.

Leggi anche: