Pula. Domani all’ex Municipio la prima de “L’onda dell’addio”

La prima de "L'onda dell'addio" - dal romanzo "Il quinto passo è l'addio" - con la collaborazione di Rossana Copez, per un omaggio a Sergio Atzeni incastonato nel XXXVII Festival La Notte dei Poeti - sotto i riflettori domani (sabato 13 luglio) alle 21.30 all'ex Municipio di Pula.

Un intrigante viaggio tra mito e realtà con il XXXVII Festival La Notte dei Poeti organizzato dal CeDAC/ Circuito Multidisciplinare dello Spettacolo in Sardegna – in programma dal 12 al 28 luglio al Teatro Romano di Nora e all’ex Municipio di Pula tra parole suoni e visioni, con suggestivi intrecci tra letteratura e teatro, musica e danza.

La Notte dei Poeti prosegue – domani (sabato 13 luglio) alle 21.30 all’ex Municipio di Pula con la prima assoluta de “L’onda dell’addio” con Marta Proietti Orzella sulle note del pianoforte di Stefano Guzzetti (anche autore delle musiche) per un percorso tra le righe de “Il quinto passo è l’addio”, il romanzo di Sergio Atzeni incentrato sulla figura di Ruggero Gunale, icastico antieroe, «ignobile e folle come un muflone» sullo sfondo di una Sardegna in bilico tra passato e futuro. Un omaggio allo scrittore che ha saputo inventare una mitologia dell’Isola e insieme metterne a nudo le contraddizioni, tra l’inganno di una pretesa modernità e l’affiorare di un’anima antica, tra le metriche dello slang metropolitano e le sonorità più arcaiche per riscoprire il senso di un’identità. Una partitura per voce narrante e strumento a tastiera – con la collaborazione di Rossana Copez – quasi una danza di ombre, un rito arcano che prelude al distacco inevitabile e alla feroce nostalgia.