Oristano. Ospedale San Martino, ripristinati Tac e impianto di condizionamento del corpo Dea

È stata ripristinata questa mattina in tempi record la Tac installata presso il Servizio di Radiologia del corpo Dea, ferma dalla giornata di domenica 7 a causa del guasto di una scheda che ne ha impedito l’utilizzo

Grazie all’arrivo di alcuni componenti arrivati dalla Germania, la Tac è ora nuovamente funzionante.

Si precisa che, nei giorni scorsi, le urgenze sono sempre comunque state garantite grazie alla collaborazione dei servizi di Radiologia degli ospedali di San Gavino e Ghilarza, mentre i pazienti che avrebbero dovuto sottoporsi a esame programmato saranno richiamati per concordare un nuovo appuntamento nei prossimi giorni. L’Unità Operativa di Radiologia sta predisponendo infatti dei turni straordinari per consentire ai pazienti il recupero della prestazione nel minor tempo possibile.

È peraltro in arrivo una nuova Tac di ultima generazione che sarà installata presso l’ospedale di Oristano e si stanno predisponendo le modalità per la sua entrata in funzione.

Gli operatori del Servizio Tecnico Ats-Assl Oristano hanno ripristinato anche l’impianto di climatizzazione del blocco operatorio dove, a causa delle eccessive temperature, gli interventi programmati sono stati sospesi nella giornata di ieri, mentre sono state sempre garantite le urgenze.

Nei giorni scorsi era stata effettuata l’installazione di un nuovo gruppo frigo presso il corpo Dea (che comprende il blocco operatorio e le Unità Operative di Anestesia e Rianimazione, Radiologia e Pronto Soccorso) destinato a potenziare l’attuale impianto. Non era stato possibile mettere in funzione le nuove macchine a causa dell’assenza di alcuni componenti, immediatamente richiesti al costruttore dal Servizio Tecnico Assl e arrivati nella mattinata di oggi: ciò consentirà l’entrata in funzione del nuovo impianto e la ripresa delle operazioni programmate.

La Ats-Assl di Oristano, i cui operatori hanno lavorato intensamente in queste ore per il ripristino dei servizi, si scusa con gli utenti per i disagi arrecati.