Dopo i senior, anche Mascalzone Latino jr. debutta a Puntaldia

Più informazioni su

A quasi due mesi dalla prima tappa di Villasimius, questo week-end torna in acqua il
Melges 20 di Mascalzone Latino in una località ancora poco conosciuta dal mondo della
vela internazionale.

Album di default

Una settimana dopo i Melges 32, anche il circus dei monotipi da 6
metri più gettonati fra i regatanti si riunisce infatti a Puntaldia, una località turistica pochi
minuti a Sud di Olbia e appena a Nord di San Teodoro, che dispone di un marina di
recente costruzione e altre infrastrutture turistiche di pregio incluso un campo da golf
completamente affacciato sul mare.
In questo Event 2 della Melges 20 World League Europe, organizzato proprio dalla Marina
di Puntaldia insieme alla sezione olbiese della Lega Navale Italiana, si aggiungono altri
due equipaggi rispetto alla prima gara di quest’anno, portando a ventitré i partecipanti
totali della prova di fine maggio. Domani, 24 maggio, il colpo di cannone è fissato per le
13.30, mentre domenica l’ultima occasione utile per dare la partenza è fissata alle ore
15.00.
Dopo un acuto al terzo posto nella sesta e ultima prova delle regate effettivamente svolte
a Villasimius e tre risultati invece a doppia cifra, l’obiettivo per queste prime prove del 2019
di Achille Onorato e degli altri tre mascalzoncini è di ritrovare una forma “da podio”,
attraverso la creazione della “chimica” di un equipaggio parzialmente rivisto, con il nuovo
tattico Alberto Bolzan e la giovanissima Clelia Sessa, attinente alle flotte del Lago
Maggiore, mentre alle scotte si trova da ormai un decennio il solito Stefano Ciampalini.
“Nonostante a Villasimius il risultato non sia stato dei migliori – dice Achille Onorato,
armatore-timoniere di Mascalzone Latino jr. – sono finalmente tornato a divertirmi in
barca. Il gruppo è mediamente giovane, dobbiamo sicuramente allenarci e lavorare per
trovare il miglior affiatamento possibile e poi sono certo che saremo capaci di toglierci
qualche bella soddisfazione”.
Un livello tecnico elevato, occhi puntanti sui vincitori dell’ultima tappa, l’equipaggio
russo Russian Bogatyrs di Igor Rytov, vincitore del primo evento a Villasimius, ma anche
sul campione del mondo in carica, Stig di Alessandro Rombelli, come pure sul vincitore
della Melges 20 World League 2018, Brontolo di Filippo Pacinotti. E poi la piacevole
sorpresa della prima tappa Boogie di Pierluigi Giannattasio che all’esordio in questa classe
ha già conquistato la sua prima medaglia, un argento più che meritato.
Dopo questa prova in Sardegna, la stagione 2019 proseguirà nel week-end del 14 al 16
giugno a Scarlino (GR) e dal 12 al 14 luglio a Riva del Garda (TN). A settembre la Melges
20 World League si concluderà con il Russian Championship dal 7 all’8 settembre e con il
Campionato Europeo dal 10 al 14 settembre a Malcesine (VR).

Più informazioni su