Gli effetti del gioco e del betting online sull’economia della Sardegna

pastedGraphic.png

In Italia, il gambling e le scommesse online sono più popolari che mai. La Sardegna è ovviamente inclusa in questo trend in costante crescita. Secondo degli studi, infatti, la popolazione dell’isola italiana ama particolarmente tentare la fortuna, soprattutto con giochi casinò come lotterie e poker. Il fenomeno è particolarmente diffuso tra i giovani, che costituiscono più del 16% dei clienti. 

L’aumento della popolarità dei casinò digitali nella regione è stato reso possibile soprattutto dalla pandemia. Con le restrizioni, c’è stato uno spostamento di massa su internet, facendo impennare i guadagni degli operatori presenti sul web, inclusi quelli non AAMS. Questo nonostante ci sia stato un calo generale dell’attività legata al betting, in assenza di partite ed eventi sportivi. 

advertisement

Conseguenze economiche del gioco online

Rispetto alla media del denaro giocato in Italia, in Sardegna i valori rimangono sotto quelli di altre regioni. Ciò nonostante, gli incassi registrati dalle sale fisiche e dai casinò in via telematica sono comunque alquanto elevati.

Secondo le statistiche, gli italiani hanno speso circa 19.6 miliardi di euro, almeno su piattaforme ADM (ex AAMS). Il settore online traina questa crescita del 22%, con ben 3.7 miliardi spesi. Anche il betting sportivo ha registrato un nuovo aumento post pandemia, il betting è salito infatti dell’89%.

In terra sarda, nello specifico, gli incassi sono passati da circa 2 milioni dai casinò virtuali e centri fisici, ad incassarne 193 milioni. Ben 6% del PIL dell’intera regione, con una differenza tra vincite dei giochi e spese pari a 400 milioni. 

Il mercato del gioco d’azzardo dell’isola ha subito dei grandi cambiamenti durante la pandemia da COVID-19. Il calo delle scommesse dovuto all’assenza di eventi ha intaccato poco le attività di gioco in generale. Il 4% dei sardi ha iniziato durante il lockdown, mentre il 74% ha mantenuto le proprie abitudini cambiando solo il mezzo.

La diffusione del gioco d’azzardo virtuale ha portato molti su siti senza approvazione ADM. Questa tendenza continua ancora oggi e, ora più che mai, è importante trovare il posto giusto in cui farlo. Per essere sicuri di rivolgersi solo ad operatori validi, è bene cercare i migliori casinò su siticasinononaams.com, esperti del settore.

L’impatto della pandemia si è visto, in realtà, soprattutto nel tempo passato sulle piattaforme, piuttosto che nelle entrate. Il 12% degli intervistati ha dichiarato di aver trascorso più di 2 ore ininterrotte a tavoli o slot machine virtuali.

Invece, il volume di denaro giocato è rimasto circa lo stesso, con la gran parte di persone che piazzavano piccole puntate.

Riguardo all’occupazione i dati rimangono comunque confortanti, con la maggior parte dei giocatori sardi, circa il 51%, che ha un lavoro stabile.

Il legame con la criminalità organizzata

Un settore dei giochi tanto sviluppato è un bersaglio per la criminalità organizzata. Se una volta tale coinvolgimento era solo nelle sale fisiche illegali, da qualche anno a questa parte, anche il mondo dei giochi online è entrato nel mirino dei clan. I dati parlano di un giro d’affari da ben 80 mld di euro.

pastedGraphic_1.png

Ma il rapporto tra criminalità e gioco d’azzardo in Italia miete altre vittime oltre lo Stato. Il calo di guadagni per gli operatori autorizzati è un problema reale, così come i danni riportati dagli utenti stessi.

Per fortuna, la maggior parte dei casinò ha un sistema di sicurezza che garantisce il contrasto del gioco a scopi illeciti. Provvedimenti del genere esistono sin dai tempi dell’Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato e, negli anni, sono andati a migliorare.

Lo sviluppo tecnologico permette di verificare le transazioni più facilmente, in modo da eliminare quasi completamente la possibilità di usare il comparto del gioco sul web come metodo per riciclare denaro sporco.

Per stare più sicuri, è sempre meglio fare delle ricerche prima di iscriversi su una qualsiasi piattaforma e inserire informazioni private. In quanto potrebbero essere usate per diverse attività illecite, da un semplice furto di denaro al furto d’identità.

Gli esperti hanno stilato una lista di siti non AAMS sicuri, che propongono offerte interessanti. Ad esempio, qui potete ottenere i bonus dei casinò senza deposito e senza inviare documenti, in totale tranquillità e con 0 rischi.

Recensioni simili permettono di evitare di cadere vittime dei siti falsi creati dai clan. I portali hanno il solo fine di truffare gli utenti, promettendo ingenti vincite. Senza le giuste informazioni, si potrebbe pensare di aver letteralmente vinto la lotteria, con tante offerte vantaggiose. Ma in realtà, si stanno mettendo i propri dati sensibili alla mercé dei clan.

Sembrano siti normali, con tanto di bonus e cataloghi che includono games cash e i giochi migliori sulla piazza. Presentano sezioni per scommesse sportive, estese librerie con sezioni carte, bingo, ecc. Quindi, è sempre bene fare le giuste ricerche pre-registrazione su un portale e fidarsi di esperti del campo.

Regolamentazione e trattamento per il contrasto del gioco

Anche nell’isola sono state approvate diverse normative per regolamentare il gioco e prevenirne gli effetti negativi. La questione è molto delicata anche da un punto di vista economico. È stato spesso riportato un effetto negativo di simili norme sull’economia generale, ma anche sulle aziende e, di conseguenza, i lavoratori del settore.

La giunta regionale ha approvato da tempo una legge che ha come scopo quello di contrastare e prevenire la ludopatia. Per rendere gli utenti più consapevoli riguardo alla dipendenza, è stata attivata una campagna di sensibilizzazione, rivolta in particolar modo ai più giovani.

A questo fine è stata istituita la giornata regionale contro il disturbo da gioco. In modo da permettere a tutti i comuni di portare avanti iniziative simili, è stato creato un fondo regionale.

Imposto anche il divieto all’installazione di apparecchi e all’apertura di sale gioco vicino scuole, luoghi di culto e aggregazione e molto altro. La giunta ha inoltre dato ai sindaci il potere di stabilire eventuali fasce orare in cui le sale possono rimanere aperte.

Tali misure possono solo andare ad incidere sui centri fisici, il mondo virtuale è escluso da questi provvedimenti. Gli utenti del Bel Paese mostrano un crescente interesse per le offerte digitali, soprattutto verso i siti esteri. Per divertirsi in sicurezza in un casinò senza licenza ed evitare truffe, bisogna comunque informarsi e leggere più recensioni possibili.

Questi casinò non AAMS sono completamente sicuri, perché certificati da altri Paesi. E ciò dice molto sui loro servizi e sulla sicurezza delle loro offerte. 

I casinò virtuali sono una delle nuove frontiere economiche, il cui potenziale non va ignorato. L’industria si dimostra sempre più competitiva, costituendo più del 4% del PIL nazionale dopo un incremento del 62% nel solo settore telematico.

Conclusione

Come abbiamo visto, la Sardegna si è impegnata per arginare il fenomeno dilagante del gioco. Giocare on line rimane, però, fuori dal blocco di azioni intraprese. Infatti, la possibilità di giocare sul web, anche su piattaforme pericolose, rimane comunque una realtà. La regione ha comunque istituito dei numeri verdi a cui rivolgersi per chiedere aiuto, in collaborazione con le varie ASL delle città sarde.

Gli effetti che ha il gioco d’azzardo sull’economia è comunque una questione di prim’ordine. Infatti, sono molti i proventi che finiscono nelle casse di Stato e regione grazie al gioco, andandone a costituire buona parte del PIL.

La strada per regolamentare l’industria è sicuramente ancora molto lunga. Per poter un giorno estirpare il circuito illegale del gioco e la ludopatia, c’è sicuramente bisogno di ulteriore ricerca e più misure.