La storia di Camillo ad Aritzo: il lavoro in poste e la passione per la corsa

La storia di Camillo

La storia di Camillo. Il direttore dell’ufficio postale aritzese tra i protagonisti dell’iniziativa aziendale “Il nostro xcorso” legata alla sostenibilità

 Il lavoro come direttore del locale ufficio postale e la corsa.
Due passioni che Carmelo Gesuino Camillo Cogoni, per tutti Camillo, 62 anni, di Aritzo, sposato con Anna e padre di due figlie, ha deciso di coniugare partecipando all’iniziativa “Il nostro Xcorso”, che l’azienda guidata dall’AD Matteo Del Fante, da sempre attenta ai temi della sostenibilità e alle tematiche green, ha messo a disposizione di tutti i dipendenti.

L’obiettivo è quello di incentivare la mobilità “verde” non solo a livello lavorativo, ma anche nella vita di tutti i giorni, mettendo a disposizione un’applicazione che consente di caricare “video post” di percorsi quotidiani o di viaggi tra le strade, i panorami, gli scorci e permette di aggiungere informazioni come i KM percorsi e il mezzo ecosostenibile utilizzato.

Un’iniziativa che, oltre a promuovere una modalità sostenibile, è un modo per incoraggiare la socializzazione tra colleghi anche a distanza, un modo per fotografare la famiglia di Poste diffusa dal nord al sud d’Italia.

advertisement

Il percorso lavorativo e la vita in ufficio postale

“Sono stato assunto in Poste Italiane 34 anni fa – racconta Carmelo – attraverso un concorso pubblico. Ho lavorato in oltre venti uffici della filiale provinciale di Nuoro, ricoprendo tutte le mansioni che mi venivano proposte, con attaccamento al lavoro e responsabilità. Lavorare a contatto con le persone ti aiuta a crescere tantissimo: diventi quasi psicologo e capisci che gli utenti non sono dei numeri e non sono tutti uguali.”

La passione per la corsa

“Il mio lavoro mi ha sempre consentito di praticare dello sport. Nasco tennista – spiega il direttore – e ho partecipato anche a numerosi tornei aziendali, ma 17 anni fa la passione per la corsa mi travolge. Inizio a correre con l’obiettivo di partecipare alla maratona di New York, riuscendo nell’impresa che ripeterò per ben tre volte. In questi anni ho corso quindici maratone e decine di mezze maratone in tutto il mondo, inclusa l’indimenticabile esperienza della maratona di Boston. Mi alleno a mille metri di altitudine, nei tortuosi e incontaminati percorsi del Texile di Aritzo, all’ombra dei castagni, accompagnato solo dalla natura selvaggia.”

L’iniziativa aziendale e l’attenzione alle tematiche ambientali

“La natura ci insegna che i fiumi non bevono la loro acqua – aggiunge il responsabile – che gli alberi non mangiano i loro frutti e che i fiori non si nutrono della loro flagranza, ma si mettono a disposizione degli altri. Per questo motivo quando ho saputo dell’iniziativa aziendale “Il nostro Xcorso” attraverso la nostra intranet, mi sono messo a disposizione. Sull’ App ho postato le mie corse e i tanti chilometri che ho percorso. Ho condiviso con i miei colleghi foto e notizie che non riguardano solo la mia realtà professionale, ma anche la mia passione. In questo modo Poste Italiane ci aiuta a rendere in ogni momento il nostro pianeta un luogo più sostenibile, nel rispetto del verde e della natura. Sono orgoglioso – conclude Carmelo – che l’Azienda si occupi di queste tematiche, aumentando così la consapevolezza dei suoi dipendenti verso l’ambiente e, considerato che siamo la società di servizi più grande d’Italia, ribandendo la nostra responsabilità sociale.”

La storia di Camillo

La storia di Camillo