Danza italiana in America Latina con Antonio Desiderio – Si parte da Belo Horizonte 

La grande danza italiana continua il suo percorso sempre più internazionale con il manager Antonio Desiderio, punto di riferimento della danza mondiale oramai, e questa volta in un altro posto magico: l'America Latina.

Danza italiana in America Latina con Antonio Desiderio – Si parte da Belo Horizonte

La grande danza italiana continua il suo percorso sempre più internazionale con il manager Antonio Desiderio, punto di riferimento della danza mondiale oramai, e questa volta in un altro posto magico: l’America Latina.

L’evento, in collaborazione con Show Arts, e l’affascinante continente ospiteranno otto serate di Gala di Danza con i maggiori interpreti del balletto internazionali dei teatri più prestigiosi come il Balletto del Kirov e Teatro Mariinsky (Rússia), Teatro Colón (Argentina), Ballet Stanislavsky (Rússia), Balletto di Kiev (Ucrânia), Ballet Nazionale di Belgrado in differenti teatri di prestigiosi paesi come Brasile e Bolivia. Il primo evento si svolgerà il 26 aprile nella prestigiosa sede della Fondazione Clovis Salgado, nel Palazzo delle Arti di Belo Horizonte in Brasile.

“Portare la nostra danza italiana in questo paese è motivo di grande orgoglio per me. E’ il primo appuntamento lavorativo che faccio qui. Questo popolo da sempre è legato alle tradizioni della loro danza conosciuta in tutto il mondo e stanno attendendo questi spettacoli con fervida attesa. Grazie per questo gradito invito di vero cuore!” afferma Antonio Desiderio.

Per l’occasione, i ballerini italiani che saranno coinvolti in questi gala saranno Marta Orsi e Federico Mella, recenti new entry del Romae Capital Ballet di cui Antonio Desiderio è fondatore, e danzeranno il Pas de deux dei Contadini tratto dal balletto “Giselle” e il Pas de deux della Neve tratto dal balletto “Lo Schiaccianoci”. Le riprese coreografiche sono state affidate a Sabrina Bosco, coreografa e Maitre internazionale.

advertisement

Questo è l’ennesimo tour internazionale per Antonio Desiderio reduce dal grande successo de Il Lago dei Cigni in Arabia Saudita.

Articolo precedenteRubrica: Storie di Sicilia – L’impegno politico di 5 giovani siciliani e la scoperta della pasta con le sarde in una Palermo esuberante
Articolo successivoAllarme in diverse regioni, a fuoco deposito carburante in Russia
Michael Bonannini (La Maddalena, 8 Agosto 2000), è un regista, sceneggiatore e scrittore emergente. Ha studiato al Liceo Linguistico di La Maddalena, dove si è diplomato nel 2019. Nell'estate del 2018 ha frequentato il workshop "Plus Movie And Communication Course", presso la CSUN di Los Angeles, dove ha studiato storia del cinema e copywriting. Tra il 2019 e il 2020 ha frequentato la "Scuola di Altaformazione per Sceneggiatori Cinetelevisivi", (Associazione Script&Film), dove ha appreso le tecniche dello story-telling e della sceneggiatura cinetelevisiva. Il suo primo lavoro è del 2019, quando ha prodotto, scritto, diretto e interpretato il suo primo cortometraggio: "Arrivederci Casa", disponibile su YouTube. Durante l'estate 2020 ha prodotto, scritto e diretto il suo secondo cortometraggio: "Il Ragazzo Che Collezionava L'Uomo Ragno", anch'esso disponibile su YouTube. Il corto è stato proiettato fuori concorso al Premio Solinas 2020. Nell'Ottobre del 2020 si è trasferito a Cagliari per frequentare l' "Accademia D'Arte di Cagliari", nella triennale di Scrittura Creativa e Editoria, dove si è formato come scrittore, editor, correttore di bozze, blogger, poeta e giornalista. E' iscritto regolarmente alla Creative Writers Italia, con riconoscimento MISE. Il suo primo libro, "Spento: Parole di un cuore spezzato" è in tutte le Librerie e Store Online.