Nuova Università a Nuoro, inizia il rilancio 

Ma è fondamentale vigilare su cinque punti

Nuova Università a Nuoro

Nuova Università a Nuoro, inizia il rilancio

Il nuovo percorso dell’Università a Nuoro è appena cominciato.

I reazionari gridano, come sempre, “A su connottu!”.
Cambiare presenta inevitabilmente difficoltà e fatica, ma i progressisti e i riformatori le affrontano con pazienza, umiltà e vigore.

Il Centrosinistra nuorese vigilerà con attenzione e rigore affinché:
1) i servizi agli studenti siano erogati costantemente e progressivamente migliorati;

2) la fondazione sia costituita nei tempi previsti dalla legge (cioè SEI (6) mesi);
3) la Regione garantisca adeguate risorse finanziarie al rilancio (su questo punto la fondazione avrà il vantaggio di avere nel consiglio di amministrazione il rappresentante della Regione, a differenza del disciolto consorzio);
4) i progetti di ricerca siano implementati e rinnovati (su questo punto la fondazione avrà il vantaggio di avere nel consiglio di amministrazione i rappresentanti di UniCa e di UniSs, a differenza del disciolto consorzio);
5) Si faccia chiarezza sui problemi gestionali emersi a fine anno – tutti insieme e all’improvviso – senza che gli enti di riferimento (Comune e Provincia) abbiano potuto stabilire le adeguate contromisure.