Marina di Torre Grande- Sport, ambiente, sostenibilità ambientale

A Torre Grande, salvaguardia delle specie marine, ma anche economia del mare e progetti volti alla tutela dell’ambiente: di questo si è parlato ieri e si parlerà oggi domenica 10 ottobre.

Sono diverse le attività per gli amatori del sup e per chi invece preferisce seguire i talk curati dal pensiero, green che parlano dal palco del Green Village.

Intanto ieri si è svolto il Sup racing dove si sono dati battaglia molti iscritti amanti della pagaia, della tavola da paddle e del wing foil. Per la sup race, tra gli uomini i vincitori sono Tommaso Pampinella, Massimo Giglione e Giuseppe Carboni, tra le donne Simona Atzori, Valeria Scanu, Valentina Casula.

advertisement

Per il wing foil, la nuova disciplina acquatica, la classifica vede vincitori Gianluca Marcis, Nicolò Spanu e Nicolò Carpini.

Sul sito tutti i dettagli del Festival e le mappe anche per la giornata di domenica: https://www.openwaterchallenge.it/it/owc-festival/

Nel pomeriggio di ieri sul palco del Green Village, nato sul lungomare di Torre Grande, si sono alternate le voci degli esperti del pensiero green: Valeria Andreotti per Sea Me, Vania Statzu, Luca Foschi e Sara Segantin per MedSea, Monica Pais della Clinica Veterinaria Due Mari di Oristano e Daniele Grech per l’IMC. Biologi ed esperti hanno affrontato molti temi portando a conoscenza del pubblico alcuni argomenti tra i meno battuti ma di grande interesse per il funzionamento del mondo marino, soprattutto quello del Mediterraneo, la nostra casa.

Oggi 10 ottobre sul palco si alterneranno le voci di Flag Pescando con Alessandro Murana, LegaCoop con Mauro Steri, l’Area Marina Protetta Sinis Mal di Ventre con Massimo Marras, il CNR- CRES con Andrea de Lucia, il Ceas e la Cooperativa Sociale nel Sinis con Antonio Ricciu.

Formula Kite World Championship, il preludio di Parigi 2024.

Dall’11 al 17 Ottobre si terrà il mondiale di FormulaKite World Championship e per la prima volta gli atleti professionisti gareggeranno seguendo il format in vigore anche a Parigi 2024, dove il Kiteboard farà il suo esordio nei Giochi Olimpici e i partecipanti si sfideranno alla ricerca di una medaglia.

Le iscrizioni contano già importanti nomi iridati, tra questi Axel Mazzella, Toni Vodisek, Julia Damasiewicz, Eleanor Aldridge, Sofia Tomasoni, Florian Gruber, Denis Taradin.

A Torre Grande saranno rappresentate tutte le nazioni, dal Cile alla Polonia, dalla Francia all’Estonia passando per l’Indonesia fino alla Nuova Zelanda.

Scansiona il QR Code o clicca sul link: https://drive.google.com/drive/folders/1SlORPC5587A2UoWcWVqdj5qsu_2AUesR?usp=sharing avrai accesso alla cartella stampa che contiene il comunicato in versione .pdf e .word, il video ufficiale e le foto.

L’Open Water Challenge a bordo delle navi Moby-Tirrenia e Grimaldi: rinnovato anche l’importante co-marketing con l’ARST, i bus urbani sponsorizzeranno l’evento.

Moby, Tirrenia e Grimaldi hanno attivato degli sconti speciali per tutti i partecipanti.

Media e Marketing. Sui canali social dell’Open Water Challenge è già possibile seguire il percorso verso il Formula Kite World Championship, attivi tutti i canali: Facebook, Instagram, Twitter, TikTok, Twitch. La diretta della conferenza stampa si può seguire sulle pagine Facebook di OWC e Directa Sport.

Il sito ufficiale su cui restare costantemente aggiornati è https://www.openwaterchallenge.it/it/

Rinnovato anche l’importante co-marketing con l’ARST, i bus urbani sponsorizzeranno l’evento.

Fondamentale anche per quest’anno il supporto della Regione Sardegna, del Comune di Oristano, della Fondazione Oristano, Fondazione di Sardegna, della Pro Loco e della Capitaneria di Porto di Oristano.