Incendi Sardegna, Deidda: “Governo garantisca misure di sostegno ai comuni colpiti

Onorevole Salvatore Sasso Deidda su richieste tardive d'iscrizione - Caserma 'Gonzaga'
Onorevole Salvatore Sasso Deidda (FdI).

“Quando e come il Governo vorrà dare seguito alla richiesta della Regione Sardegna di emergenza nazionale con misure di aiuto e sostegno a comuni, cittadini e imprese e, soprattutto, mettere in sicurezza il territorio dal dissesto idrogeologico, nemico che sopraggiunge dopo gli incendi?”, chiedono Salvatore Deidda e Gianluca Vinci, Deputati di Fratelli d’Italia, nel primo punto dell’interrogazione presentata congiuntamente;

“La Regione Sardegna, dallo scorso venerdì, è stata chiamata a fronteggiare roghi in tutto il territorio. Ci chiediamo quando è stato convocato il Centro Coordinamento Soccorsi e perché non sono state coinvolte le nostre Forze Armate, considerato che in Sardegna abbiamo due eccellenze che hanno già operato per la lotta agli incendi – continuano gli esponenti di FdI – a Decimomannu, da tempo, opera, con encomi conquistati proprio nella lotta agli incendi, il personale dell’80° Centro Combat Search and Rescue (t.s.a.r.). Questi lavorano con elicotteri che possono trasportare anche 1000 litri alla volta; a Macomer, invece, il Genio o la Brigata Sassari sono preparati e attrezzati. Se non si conoscevano queste capacità sarà utile prenderle in considerazione per il futuro, ma vogliamo, ovviamente, delle risposte per i cittadini che giustamente sono rimasti stupiti. La Regione ha messo in campo tutte le forze, anche un elicottero dell’Esercito previsto dall’antincendio. Il nostro Presidente Giorgia Meloni ha chiesto al Governo di concentrare le attenzioni di tutta la Protezione Civile nazionale sui territori colpiti, è stato fatto?”, concludono i Deputati