I Ministri Volontari delle Chiese di Scientology italiane si preparano per la “giornata mondiale del donatore di sangue”

Anche i Ministri Volontari Sardi rispondono all'appello partecipando a questa iniziativa

La Giornata Mondiale del Donatore di Sangue  è l’appuntamento internazionale che si tiene ogni anno per ringraziare i donatori volontari non remunerati e per far crescere la consapevolezza dell’importanza che le donazioni siano effettuate con regolarità, in modo da poter disporre sempre di sangue ed emocomponenti di qualità da utilizzare in ambito sanitario.

Oltre 180 Ministri Volontari di Scientology hanno risposto all’appello.

A partire dal 12 giugno al 30 giugno doneranno i volontari di Roma, Milano, Pordenone, Firenze, Viareggio, Ravenna, Bologna, Cagliari, Olbia, Catania e successivamente i volontari di Monza, Brescia, Novara, Verona e Como.

advertisement

Ci piace aiutare e riteniamo che donare il sangue sia un dovere civico”, ha detto Sandro Oneda, presidente dell’associazione che raggruppa i Ministri Volontari di Scientology italiani.

Originariamente avviato negli anni ’70 come programma ideato da L. Ron Hubbard per rimediare al decadimento spirituale della società, il gruppo dei Ministri Volontari è diventato una grande forza indipendente di soccorso in tutto il mondo quando il sig. David Miscavige, leader ecclesiastico di Scientology, pubblicò un appello all’azione in seguito a drammatici fatti dell’11 settembre 2001.

La Giornata è stata istituita nel 2005 dall’Organizzazione Mondiale della Sanità e si celebra in tutto il mondo il 14 giugno, giorno della nascita di Karl Landsteiner, scopritore dei gruppi sanguigni e co-scopritore del fattore Rh.