A Vicovaro Italia dei Diritti chiama, il Sindaco risponde

Il movimento politico Italia dei Diritti torna nuovamente ad occuparsi del parco pubblico Siro Trezzini dove qualche giorno fà attraverso il responsabile per Vicovaro del movimento stesso Giovanni Ziantoni aveva segnalato l’incuria in cui si trovavano i bagni pubblici del giardino; ebbene finalmente i bagni del parco sono stati puliti.

Il responsabile provinciale romano del movimento Carlo Spinelli che all’interno dell’Italia dei Diritti ricopre anche il ruolo di responsabile nazionale alla politica interna interviene mostrando soddisfazione per la pulizia che è stata effettuata dopo la segnalazione avvenuta attraverso i canali mediatici del movimento:

“Voglio esprimere soddisfazione per il fatto che i bagni del parco pubblico dedicato a Siro Trezzini siano stati puliti e questo dopo la segnalazione del nostro movimento, sono contento per i residenti di Vicovaro e per tutti i frequentatori del parco stesso e ringrazio il nostro responsabile per Vicovaro Giovanni Ziantoni che con tanta solerzia segnala i problemi che sorgono nel comune della valle dell’Aniene, segnalazioni che vengono documentate mediaticamente non per criticare l’operato del Sindaco ma per spronarlo affinché nel paese regni decoro e pulizia. Notiamo con piacere che il Sindaco De Simone stia intervenendo spesso per la risoluzione dei problemi da noi segnalati così come abbiamo verificato che, i giardini fche ieri 7 giugno erano abbastanza sporchi, questa mattina 8 giugno risultino invece puliti a significare che, se c’è qualcuno che svolge opera di controllo sul territorio, questo fa da stimolo ulteriore per gli amministratori a lavorare meglio e tutto ciò non può che far bene al comune amministrato.

advertisement

Chiediamo un ulteriore sforzo al sindaco De Simone – prosegue Spinelli – e cioè sistemare anche la porta dei bagni del parco in quanto risulta con una cerniera rotta e questo potrebbe creare situazione di pericolo. Concludo dicendo che Italia dei Diritti continuerà la sua opera di controllo nel territorio e lo farà sia dall’interno delle istituzioni laddove è rappresentata nei consigli comunali sia attraverso i canali mediatici dove la rappresentanza consiliare viene meno; il nostro movimento nasce per riportare la legalità e per far si che i diritti di tutti vengano rispettati e continuerà a farlo senza secondi fini perché chi rappresenta Italia dei Diritti crede in questi principi che sono le fondamenta della società civile”.