Inaugurata ieri ad Arzana “La Lolla”, pensilina moderna e sostenibile

La Lolla

Inaugurata ieri ad Arzana “La Lolla”, pensilina moderna e sostenibile.

La Lolla“: la pensilina moderna e sostenibile, con un design identitario, che racconta il territorio, realizzata grazie al sodalizio di Opera Bluehouse, azienda sarda di Marco Bittuleri con l’artista e designer Mara Damiani, l’apporto creativo di Luca Poerio, interior designer, e il supporto dell’Amministrazione Comunale di Arzana.

Alla presentazione hanno partecipato i tre protagonisti del progetto e il sindaco Angelo Stocchino, insieme ad alcuni assessori.

Il manufatto è stato costruito in 4 esemplari installati in vari punti del paese. Uno, quello identitario e arricchito dal lavoro di Mara Damiani, è stato scelto per la conferenza stampa.

advertisement

“E’ bello mettere a disposizione le nostre competenze per il territorio per far fronte a una necessità dell’Amministrazione” ha affermato Marco Bittuleri, titolare di Opera Bluehouse, nato ad Arzana.

“La pensilina nasce in primo luogo per garantire il distanziamento durante l’attesa del bus e per ripararedagli agenti atmosferici, ma la speranza è ovviamente che questa pandemia passi e che la Lolla possa avere tante altre funzioni, visto che rappresenta non solo un arricchimento dell’arredo urbano, ma anche un’opportunità per la Comunità”.

Il Sindaco di Arzana Angelo Stocchino si è detto entusiasta della Lolla, partendo dalle iniziative che il Comune ha messo in campo per garantire la fruizione degli spazi pubblici in questo periodo: “La pandemia ci ha fatto rimodulare i programmi, così che abbiamo dovuto dar priorità alla sicurezza per i cittadini, attraverso strutture che saranno utili anche in futuro.

La Lolla ha come obiettivo la sicurezza degli studenti e far capire loro che il distanziamento, oltre alle altre indicazioni di contenimento del virus, è importante. Grazie a Opera, con il suo lavoro, possiamo ricominciare a parlare di Arzana e di destinazione Arzana.

L’apporto creativo dell’artista Mara Damiani, è stato perfetto per tradurre i nostri segni e riferimenti in maniera nuova”.

Il primo cittadino ha raccontato anche i progetti del presente: “La pandemia è un’opportunità da cogliere. Vogliamo dare la possibilità a tutti di conoscere Arzana anche attraverso altre iniziative come i BNB negli ovili, delle strutture amovibili per ospitare i turisti sul bellissimo scenario del Gennargentu e lasciare risorse sul nostro territorio”.

Luca Poerio, interior designer del progetto e di Opera Bluhouse, si è soffermato sulle caratteristiche del manufatto che “garantisce distanziamento e identità, è un punto di riferimento per il territorio, versatile e semplice da montare e modulare, che può essere trasportato su ruota e spostato interamente senza alcuna difficoltà”.

Infine Mara Damiani, l’artista creativa che ha dato il taglio identitario e artistico alla Lolla: “I territori hanno bisogno di essere studiati con attenzione e raccontati nella loro specificità. Nella Lolla ci sono i codici con cui si rappresenta l’identità del paese, in questo caso Arzana, per permettere alla comunità di riappropriarsi della propria storia e del presente”.

L’auspicio è che anche altri comuni richiedano la Lolla per la fermata dei bus, per dare ricchezza e vivacità al profilo urbano, ma anche per altri utilizzi pubblici e privati, vista la versatilità.