Perra (Sardegna Forte): “Salviamo il Mercato Civico di Quartu”

"Stiamo presentando al Sindaco e all'assessore competente una interrogazione in cui gli si chiede quale futuro avranno i 14 operatori del Mercato Civico di Quartu che hanno una concessione che scade il 31 dicembre 2020".

Mercato Civido di Quartu

Perra (Sardegna Forte): “Salviamo il Mercato Civico di Quartu”.

“Il Mercato Civico di Quartu va salvato, vanno tutelati i posti di lavoro e va tutelato il cuore commerciale della città” così Laura Perra, capogruppo in Consiglio Comunale a Quartu Sant’Elena di Sardegna Forte.

“Stiamo presentando al Sindaco e all’assessore competente una interrogazione in cui gli si chiede quale futuro avranno i 14 operatori del Mercato Civico di Quartu che hanno una concessione che scade il 31 dicembre 2020 e che, conseguentemente, dal primo gennaio saranno senza lavoro e vorremmo impegnare il Consiglio Comunale su un’ampia discussione sul futuro del mercato.

Il mercato, così come abbiamo detto durante tutta la campagna elettorale, va rilanciato e deve diventare il cuore commerciale della città. Deve diventare un punto attrattivo che rilanci tutto il tessuto commerciale, le vie dello shopping, le piccole botteghe, vero cuore pulsante di Quartu. Da troppi anni abbiamo assistito allo svuotamento del centro storico assediato dai centri commerciali, incapace di essere attrattivo, senza e venti e senza identità.

advertisement
Laura Perra e una lavoratrice del Mercato Civico
Laura Perra insieme a un’operatrice del Mercato Civico di Quartu.

Chiediamo al Sindaco e alla sua maggioranza cosa vogliano fare di una struttura sicuramente fatiscente ma che da un servizio imprescindibile per tanti quartesi e da lavoro a tante famiglie. Condivideremo questa interrogazione con le opposizioni e con Christian Stevelli che ha lanciato in queste ore una importante campagna social dal titolo – Compra a Quartu. Compra Quartese – proprio in vista delle festività natalizie, ma che è valida tutto l’anno.

Senza mercato, senza rilancio delle vie del commercio Quartu muore, diventa una città dormitorio, senza identità. Noi vogliamo rilanciarla difendendo questo presidio e difendendo i posti di lavoro, facendolo diventare un vero mercato delle eccellenze locali, col sostegno alle produzioni quartesi e più in generale dell’area vasta. Aspettiamo di capire le intenzioni del Sindaco Milia e della sua maggioranza”.