Marisa Laurito
Marisa Laurito sarà ospite del PuntoDiVistaFilmFestival.

Marisa Laurito ospite del PuntoDiVistaFilmFestival

È il cibo in tutte le sue declinazioni l’argomento principe del prossimo appuntamento, domani, mercoledì 23 dicembre, del “PuntodiVistaFilmFestival“, concorso internazionale itinerante diffuso di cinematografia giunto quest’anno alla XIII edizione.

Organizzato dall’associazione Art’In, con il contributo della Regione Autonoma della Sardegna e della Fondazione di Sardegna, il Festival sta ultimando le attività annuali con un fitto programma di iniziative che, tutte rigorosamente online, sono partite il 13 dicembre e si concluderanno il 29 di questo mese.

Al tredicesimo concorso si sono iscritti ben 2.257 film provenienti da tutto il mondo e le 18 opere finaliste sono proiettate durante le serate del programma finale del Festival.

advertisement

Il programma del 23 dicembre

Dopo aver ospitato Alessandro Haber, Giancarlo Soldi, Bepi Vigna, Mario Piredda e Peter Marcias, mercoledì 23 dicembre il PuntoDivistaFilmFestival ospita l’attrice Marisa Laurito.

In pieno clima prenatalizio, Marisa Laurito parlerà di “Cinema, cibo e… divagazioni, degustazioni”.

La serata di domani prevede inoltre la visione del quarto gruppo delle opere finaliste:

  • Colores di Melissa Estaba (Spagna):
  • Decir no” di Sonia Reoyo (Spagna);
  • Nikola Tesla the Man From the Future di Alessandro Parrello (Italia);
  • The World Is Thirsty” di Isabel de la Torre (Spagna).

Tutti gli incontri si svolgono online dalle ore 19:45. Saranno trasmessi dallo spazio scenico virtuale allestito al Teatro Adriano di Cagliari, ormai da anni luogo storico del Concorso Festival, e saranno visibili in streaming sul sito www.puntodivistafilmfestival.it e sui canali social del PuntodiVistaFilmFestival.

La conduzione è affidata alle “incursioni corsare” di Rossella Faa Manuela Loddo. A dialogare con Marisa Laurito sarà il giornalista Sergio Naitza e ogni appuntamento prevede le “divagazioni musicali” a cura dei musicisti Salvatore Spano Giacomo Deiana.

La storia del Festival

In tredici anni il Festival ha dato spazio di confronto artistico a oltre 6.500 opere pervenute da tutto il mondo. Molti dei lavori transitati in Sardegna hanno poi avuto successo in altri Festival internazionali (Miami, San Francisco Indipendent, Sidney, Bangkok, Chicago, Monaco, Venezia, Cannes, Berlino, Parigi, Toronto, Lubiana, IFF Tokio, Locarno e altri ancora). Nelle precedenti edizioni il Festival ha selezionato complessivamente 328 opere finaliste presentate in 78 serate pubbliche alle quali hanno partecipato quasi 18mila spettatori. Sono stati oltre 250 gli esperti del settore, i professionisti e gli artisti che hanno partecipato agli eventi animando spazi di confronto e di dibattito. Ben 42 i progetti originali presentati in questi dodici anni all’interno del Festival, senza dimenticare le centinaia di proiezioni di film, laboratori e attività seminariali che hanno visto il coinvolgimento di 1.357 allievi.

Infine, sono tanti – e sarebbe lunghissimo elencarli tutti – gli artisti che hanno impreziosito il Festival con la loro presenza. Tra questi ricordiamo Maurizio Nichetti, Franco Nero, Bruno Bozzetto, Philippe Leroy, Dario Argento, Michele Serra, Marco Baliani, Pippo Ciliberto, Remo Girone, Enrico Lo Verso e molti altri ancora.