Rete a strascico illegale - Guardia Costiera

Prosegue il monitoraggio di Cdry Blue.

La ditta Resolve Marine, che curerà la rimozione della nave, sta provvedendo a far intervenire sul posto il personale, i mezzi e le attrezzature che saranno necessari per i relativi lavori, e contestualmente a mettere in sicurezza l’unità per la tutela ambientale.

Social media

Segui la Guardia Costiera anche su:

advertisement

Guardia Costiera Cdry Blue