Quandopasso.La Svizzera viaggia nel futuro grazie a una start-up italiana

Quandopasso

Quandopasso .È tutta italiana la start-up che farà muovere in sicurezza il traffico svizzero entro l’anno.Informazioni sul traffico specifiche ed immediate grazie a un sistema sviluppato in Italia.

Gli utenti della rete autostradale svizzera potranno presto usufruire di informazioni sul traffico in tempo reale, attraverso l’ascolto dei messaggi audio distribuiti tramite un app di  direttamente dai loro smartphone.

È il risultato di un protocollo d’intesa siglato tra la Quandopasso Srl, innovativa startup italiana, ed il cliente elvetico.

Dopo la sperimentazione svolta lo scorso anno, il provider di servizi alla mobilità transalpino ha intrapreso con l’Azienda italiana il percorso di sviluppo per inserire questa innovativa soluzione nella propria app entro l’autunno.

advertisement

Basandosi sul concetto di segnaletica digitale virtuale,  permetterà di gestire e informare gli utenti autostradali Svizzeri, grazie anche alla semplice integrazione del sistema nella Control Room dell’operatore.

Le tag generate dal sistema consentono  di riconoscere posizione e direzione di chi accede al servizio mediante app, e di trasmettere indicazioni e informazioni in modalità audio in condizioni di sicurezza ed evitando distrazioni a chi guida.

Il sistema consente tdi riconoscere e gestire i flussi di traffico in tempo reale. In questo modo l’operatore è in grado di effettuare analisi preventive e storiche, favorendo così la gestione ottimale della viabilità.

E’ una start-up torinese fondata da tre professionisti italiani, con background in settori differenti e diversi anni di esperienza in ambiti tecnici e gestionali.

“Siamo molto orgogliosi dei risultati raggiunti finora” ha dichiarato Jan Pasotto, CEA di Quandopasso, “sia in termini di tempi,  sia in termini di impatto sulla comunità.Il suo prodotto principale, il sistema di segnaletica virtuale, è un brevetto depositato.

L’applicazione è facilmente integrabile in app preesistenti.In virtù di questo l’Azienda è già in contatto con concessionarie italiane, per ulteriori applicazioni anche sul territorio nazionale.

Pur mantenendo come obiettivo principale la gestione del traffico veicolare in diversi ambiti – autostradale, ordinario e cittadino – l’applicazione del sistema ad altri settori (turismo, cantieristica, HoReCa) rappresenta la naturale evoluzione del brevetto.

“La tecnologia attuale e,la sua prevista evoluzione” conclude Maurizio Melzi, CEJ , “hanno ampliato enormemente efficienza e campi di applicazione del digital signage; per questo motivo abbiamo ricevuto richieste anche per contesti di applicazione diversi dall’originale”.

Maggiori informazioni sul sito www.quandopasso.comùQuandopasso