Richiesta per sostegno aziende agricole

Diventa sempre più urgente e necessario in questo momento di assoluta emergenza sanitaria sostenere le aziende agricole che negli anni scorsi hanno fatto ingenti investimenti, oppure che attendono ancora a distanza di anni l’erogazione di aiuti in agricoltura, a suo tempo concessi alle piccole e medie imprese rurali e, ancora oggi bloccati nelle pastoie burocratiche di Argea, causando tra l’altro una grave carenza di liquidità all’intero settore produttivo agricolo e bloccando le risorse nelle casse della Regione.

Di questa problematica si è fatto portavoce il Consigliere Emanuele Cera che, raccogliendo l’accorato appello e le numerose sollecitazioni che provengono dal mondo agricolo dell’Oristanese, del Terralbese e dell’intera Regione, ha chiesto al Presidente Solinas e all’Assessore all’agricoltura Gabriella Murgia l’immediata conclusione dell’istruttoria e il sollecito pagamento degli interventi in agricoltura per consentire alle piccole e medie imprese rurali, di ricevere il pagamento degli aiuti in agricoltura, per fronteggiare questa terribile emergenza sanitaria e finanziaria in corso.

Il Consigliere Cera ritiene che bisogna superare “le numerose criticità, che sono purtroppo state amplificate dalla rigidità delle procedure, dalla lentezza delle istruttorie di Argea e da una tempistica nel pagamento degli aiuti divenuta inaccettabile, che espone le aziende agricole ad una grave crisi finanziaria, non più sostenibile”.

Per questo motivo il Consigliere Regionale Emanuele Cera ha rappresentato al Presidente della Regione e all’Assessora all’Agricoltura, la richiesta di “sblocco immediato di tutti i procedimenti che riguardano le Misure a favore delle aziende agricole e zootecniche, visto l’aggravarsi della situazione in questo periodo di emergenza sanitaria a causa del Covid-19 e l’allontanarsi dei tempi della auspicata ripresa della normalità”.

E’ vitale, prosegue il Consigliere Regionale Emanuele Cera “accelerare definitivamente tutti i procedimenti che riguardano le misure in favore delle aziende agricole, affinché ci sia un l’immediato sblocco delle pratiche in arretrato, per alimentare definitivamente le finanze del comparto, andando a smobilizzare importanti risorse finanziarie che, a maggior ragione in questo momento, devono andare a tamponare la preoccupante crisi finanziaria in atto”.

Di seguito la lettera del consigliere Cera: LetteraPresidenteAssessore_DEF