Costiera Amalfitana: dal 2 marzo, i corsi di formazione per operatori turistici

Si inizia lunedì 2 marzo, alle ore 15:30, con briefing stampa al Centro “Pane” di Praiano, Costiera Amalfitana.

I cittadini del territorio, gli addetti all’accoglienza, gli operatori che lavorano nel campo turistico saranno loro le sentinelle della Costiera Amalfitana. Dal 2 marzo partiranno i corsi che formeranno le sentinelle a tutela di questo straordinario patrimonio naturalistico e culturale. Creeremo, attraverso i corsisti, un gruppo Junker di sentinelle ecologiche. Tali sentinelle avranno il compito di segnalare, grazie all’applicazione mobile “Sentinella” di Junker, in tempo reale e in maniera geolocalizzata: illeciti ambientali, eventuale presenza di mini-discariche, abbandono di rifiuti, problemi di dissesto idrogeologico. Basterà scattare una fotografia e postarla su “Sentinella” di Junker creando, di fatto, una segnalazione diretta per il monitoraggio e la tutela attiva dell’ambiente. Le segnalazioni saranno poi fatte pervenire alla Polizia Locale, ai Carabinieri Forestali, al Parco dei Monti Lattari, ai Comuni, agli enti territoriali.

Lo ha annunciato Luigi Sommariva, Legambiente Costa D’Amalfi.

Il 2 marzo 2020 prenderà il via a Praiano il Corso di Formazione per Operatori e Accompagnatori Turistici, organizzato dalla Rete di sviluppo Turistico Costa d’Amalfi – ha proseguito Sommariva – in collaborazione con Legambiente Costa d’Amalfi, con il patrocinio dell’Osservatorio Universitario sul Turismo (OUT)  e La WEEC Network Italia.
Per Legambiente la formazione svolge un ruolo di fondamentale importanza per contribuire a promuovere un turismo responsabile, non invasivo per l’ambiente. La promozione del territorio della Costa d’Amalfi con tutte le sue ricchezze ambientali, storiche, artistiche ed enogastronomiche deve andare di pari passo con la formazione di tutti i soggetti che si occupano di accoglienza e turismo.
Il corso ha infatti l’obiettivo di preparare una figura che intende sviluppare, aggiornare, migliorare le proprie competenze per quanto riguarda l’innovazione e la sostenibilità nel campo del settore turistico.
Verranno affrontati temi che spazieranno dalla conoscenza del territorio, all’educazione ambientale, al turismo sostenibile. Il corso comprende anche attività pratiche e laboratoriali e un modulo sull’organizzazione di eventi sostenibili.
Speriamo che in futuro con la Rete di sviluppo Costa d’Amalfi, con cui si è instaurato un ottimo rapporto, si possano proporre iniziative al fine di incoraggiare l’adozione di buone pratiche “sostenibili” in tutto il settore turistico.
Il Distretto Turistico Costa d’Amalfi per la Costiera Amalfitana è un esempio concreto di come fare rete e favorire uno sviluppo sostenibile e armonioso del turismo e che, a nostro avviso, è già in linea con gli obiettivi di Agenda 2030 (Onu, 2015).
Il Corso sarà coordinato dall’architetto Donatella Porfido, esperta nel campo dell’educazione e della formazione professionale.