Macomer: apre il primo centro rimpatri per migranti

È stata fissata per lunedì 20 gennaio l’apertura del CPR, il primo centro regionale che si occuperà dei rimpatri dei migranti.

Dopo la ristrutturazione dell’ex carcere di Marghine, riconvertito per accogliere immigrati irregolari, la Prefettura di Nuoro ha dato al Comune l’autorizzazione per l’apertura del CPR:

Già da lunedì la struttura sarà operativa per accogliere una cinquantina di persone e completati i lavori la capienza sarà di 100 posti – a parlare è la vicesindaca di Macomer, Rossana Ledda -, il Comune ha lavorato tanto negli ultimi anni per arrivare all’apertura di questo progetto e fare in modo che ci fosse una ricaduta economica favorevole per la comunità; una società si è aggiudicata il bando di gara per i servizi interni: mensa, lavanderie, pulizia, infermeria; tutto questo genera nuovi posti di lavoro e restituisce vitalità alla collettività.  Abbiamo inoltre ottenuto tutte le rassicurazioni necessarie da parte della Prefettura, la quale ci ha garantito la massima cooperazione mettendo a disposizione Carabinieri, Polizia e una vigilanza esterna intorno alla struttura da parte dei militari della Brigata Sassari – rassicura la vicesindaca, poiché il tema della sicurezza del centro e della tranquillità dei cittadini aveva diviso il Consiglio comunale.

Mauro Zuddas