Sassari. Dal 6 all’8 la mostra Arti-Janas: Picciés Decoration di Nina Monne

Cosa rimane alla fine del giorno? Quando stanchi ritorniamo a casa dal viaggio quotidiano, cosa rimane alla sera?

Forse un luogo, uno spazio tutte per sé in cui trovare il proprio Cuore Sacro, in cui il tempo si dilata nella stoffa infinita del passato, nelle pose del presente e per le attese del futuro, nelle mani che abbiamo incontrato e in quelle che stringeremo.

Nei quadri dell’artigiana di Irgoli, Nina Monne si percepiscono i gesti lenti delle sue composizioni, non è difficile immaginarla nel suo studio, a fine giornata, mentre sfiora antiche chiavi arrugginite le accosta a lettere di un tempo perduto o alle pagine di libri dimenticati, mentre costruisce simboli sacri a protezione di vita o di qualcuno, mentre fa essiccare fiori e foglie cercando di non perderne i colori.

I mondi poetici di Picciés Decoration saranno protagonisti, dal 6 all’8 Dicembre 2019, nello spazio Arte e Design della Libreria Dessì, in l.go Cavallotti 17, all’interno di Arti-Janas, la rassegna che l’associazione Il Colombre e Libreria Dessì dedicano all’artigianato.

Quadri materici, specchi, erbolari, cornici in lega metallica, quasi scatole dei ricordi in cui ritrovare un sincero gusto vintage, sono storie sussurrate piano le opere di Nina Monne. Storie segrete o di devozione, speranze fissate negli intarsi di un cuore sacro o tra le stoffe chiuse di un breve devozionale. Le regole della composizione sono messe continuamente in discussione per dare spazio ai materiali alle forme asimmetriche della natura o alle trame di oggetti accostati che premono per raccontare la propria storia, mai regolare, mai lineare come la vita o la natura ed è proprio nel quotidiano che si trova l’ispirazione. C’è una poetica ben precisa nella Monne, gentile e garbata, la poetica di un Cuore Sacro, laico e forte, ciò che resta del giorno.

L’esposizione “Quel che resta del giorno” Picciés Decoration, per la rassegna Arti-Janas si concluderà l’8 Dicembre alle 18:00 con la condivisione di un tea insieme all’artigiana Nina Monne, nello spazio Arte e Design della Libreria Dessì.