Olbia: il 25 ottobre alla Libreria Ubik la presentazione del libro di Cristina Caboni “La casa degli specchi”

Una villa a Positano, una donna che vorrebbe fare l’attrice e scopre che la nonna lo è stata, ma un mistero aleggia sulla sua figura. I rapporti familiari, col padre e col nonno. Un romanzo coinvolgente: è “La casa degli specchi” di Cristina Caboni. Nell’ambito del Festival Éntula, organizzato dall’associazione culturale Lìberos, torna Cristina Caboni. L’autrice presenterà la sua ultima creazione letteraria venerdì 25 ottobre alle ore 19 nella Libreria Ubik di Olbia, in viale Aldo Moro 97. A dialogare con lei sarà Marella Giovannelli.

Il libro La grande villa di Positano è l’unico posto che Milena riesca a chiamare casa. È cresciuta lì, insieme al nonno Michele, e ne conosce ogni angolo, a partire dal maestoso ingresso rivestito da dodici specchi con cornici d’argento intarsiate. Specchi che sembrano capaci di mettere a nudo la sua anima. Milena li ha sfiorati mille volte alla ricerca di risposte, ma un giorno trova qualcosa di inaspettato: un gancio che apre il passaggio a una stanza segreta. All’interno le pareti sono tappezzate di locandine di vecchi film. Quando Milena legge il nome di una delle interpreti non riesce a crederci. È un nome proibito in quella casa. È il nome di sua nonna che, tanti anni prima, è fuggita in America senza lasciare traccia. Frugando tra le sue carte, Milena scopre cose che non avrebbe mai immaginato. Che era un’attrice nella Roma della dolce vita. Che ha lottato per farsi strada in un mondo affascinante, ma dominato dagli uomini. Che i loro sogni sono molto simili. Anche lei vuole calcare le scene, ma ha paura di mettersi in gioco. Fino a quando non si imbatte in alcuni indizi che suggeriscono qualcosa di misterioso e non può fare a meno di chiedersi perché nessuno le abbia mai parlato di sua nonna. C’è solo una persona che può darle spiegazioni, ma Michele è restio ad affrontare l’argomento. Milena è convinta che gli specchi luccicanti che decorano l’atrio della villa abbiano assistito a eventi terribili, che nella storia della sua famiglia ci sia un segreto che nessuno vuole riportare a galla, mentre per lei è vitale far emergere la verità per capire a fondo il presente. Anche se a volte è meglio che ciò che è stato sepolto dal passare degli anni resti tale.

L’autrice – Cristina Caboni vive con il marito e i tre figli in provincia di Cagliari, dove si occupa dell’azienda apistica di famiglia. Successo dopo successo, è diventata una delle autrici italiane più amate dalla stampa e dai lettori.

Il Sentiero dei Profumi, il suo primo romanzo è uscito per Garzanti nel Maggio 2014, scalando le classifiche italiane ed affermandosi come uno degli esordi più importanti dell’anno, pubblicato poi in 26 Paesi del mondo. Nel 2015 ha pubblicato La Custode del Miele e delle Api , seguito poi da Il Giardino dei Fiori Segreti nel 2016, La rilegatrice di storie perdute nel 2017, La stanza della tessitrice nel 2018, tutti editi da Garzanti.