Cagliari. Maltratta la moglie per più di due anni: arrestato dalla Polizia di Stato

Gli Agenti della Squadra Volante, una volta raggiunta l’abitazione, hanno udito delle urla provenire dall’interno della casa. I due poliziotti, temendo per l’incolumità delle persone presenti, hanno subito attuato quanto era possibile per accedere nello stabile, fino a quando, con non poca fatica, sono riusciti ad entrare nell’appartamento.

Alla vista dei due poliziotti la donna, in evidente stato di forte agitazione, è scoppiata in un pianto liberatorio.

Lei, 52enne cagliaritana, ha riferito agli Agenti che da tempo i rapporti con il marito erano divenuti insostenibili e per questo aveva deciso di interrompere il rapporto coniugale. Quest’ultimo episodio è stato più violento: il marito era rincasato ubriaco e dopo averla pesantemente insultata e minacciata per l’ennesima volta, la donna ha deciso di chiedere aiuto alla Polizia.

Gli operatori hanno proceduto ad identificare il marito, L.T. 49enne di Cagliari, che anche in presenza dei poliziotti ha continuato, con maggiore veemenza, a minacciare ed insultare la moglie ed il cognato, anch’egli dimorante in quella casa, nonostante i ripetuti inviti ad assumere un atteggiamento diverso.

E’ emerso che la vittima aveva presentato nel corso degli ultimi mesi alcune denunce, ma che questa dolorosa situazione di continue vessazioni nei confronti della donna andava avanti da ormai più di due anni.

Considerata la gravità della situazione, i poliziotti hanno quindi arrestato l’uomo per maltrattamenti in famiglia.

L.T. è stato accompagnato presso la Casa Circondariale di Uta, dove rimarrà a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.