Porto Torres: il 18 settembre, Massimo Onofri presenta “Isolitudini” da Koinè

Il viaggio tra le “Isolitudini” di Massimo Onofri approda a Porto Torres, mercoledì 18 settembre alle 18:30 nella Libreria Ubik Koinè.

Un viaggio tra isole reali e letterarie, un atlante, un almanacco, una galleria di autori, un’esplorazione dei legami che i personaggi hanno avuto con la loro isola dell’anima.

È davvero ricco e affascinante il percorso che Massimo Onofri propone nel suo ultimo lavoro “Isolitudini” (editrice La Nave di Teseo) che richiama, seppur al plurale, il termine usato da Gesualdo Bufalino, scrittore siciliano. E la Sicilia e la Sardegna sono vissute dallo scrittore e saggista viterbese che, all’Università di Sassari, insegna Letteratura italiana contemporanea.

Massimo Onofri racconterà del suo libro e dell’amore per la letteratura e le storie, mercoledì 18 settembre nella Libreria Ubik Koinè di Porto Torres, con inizio alle 18:30. Sarà Antonio Fiori a dialogare con l’autore nel nuovo appuntamento del Festival Éntula, organizzato dall’associazione culturale Liberos.

L’opera: “Isolitudini”

Un atlante sconfinato di isole reali e immaginarie, scritto con curiosità e leggerezza da un viaggiatore che ama i libri e le storie che essi raccontano.

Tra critica, saggio e narrazione, un atlante da tenere a portata di mano e da consultare ogni volta che si è incalzati da un desiderio, una nostalgia e una fantasia, da gustare a poco a poco o approfondire in lunghe ore di lettura sognante. Sempre sollecitati e guidati da scrittori, artisti, protagonisti della storia culturale di ogni tempo e di ogni luogo.

Si parte dalla Grecia, nel nome di Lord Byron e di Leonard Cohen, per un lungo viaggio sulla rotta di Magellano e oltre: dagli estremi poli narrati da Edgar Allan Poe agli euforici e tristi tropici, dai mari del Nord e quelli del Sud.

Attraversando gli oceani dei cinque continenti e la storia del Mediterraneo, toccando l’India di Tagore come le isole immaginarie di Swift e Verne, in compagnia di Houellebecq, Defoe, Douglas, Sebald, Melville, Le Clézio, Saramago, Salgari, Pirandello, Walcott, Mansfield, Aleramo e molti altri grandi e sconosciuti avventurieri di mare e di scrittura

L’autore: Massimo Onofri

Massimo Onofri è professore ordinario di letteratura italiana contemporanea presso l’Università di Sassari. È inoltre redattore di «Nuovi Argomenti» e un esperto di letteratura siciliana.

Ha pubblicato prefazioni, saggi e articoli dedicati, tra gli altri, a Pirandello, Borgese, Brancati, Sciascia, Fiore, Bufalino, Consolo, Bertolucci, Giudici, Mario Soldati, Lalla Romano e Celati.

Collabora con «L’indice dei libri del mese» e diversi quotidiani tra cui Avvenire e La Stampa. È membro del comitato editoriale della casa editrice Gaffi e consulente editoriale anche per molte altre case editrici.

Ha vinto diversi premi, tra cui il il premio Fondazione De Sanctis con “L’epopea infranta – Retorica e antiretorica per Garibaldi” (Medusa Editore) e il premio Brancati per la sezione saggistica con il libro “La ragione in contumacia. La critica militante ai tempi del fondamentalismo”.

Insolitudini - Massimo Onofri