Elezioni comunali 2019: il popolo della famiglia presenta i suoi candidati

Il Popolo della Famiglia presenta i suoi candidati consiglieri comunali alle elezioni del 16 giugno 2019:Barbara Figus e Antonello Deiana. Barbara Figus, di Villanovaforru, è candidata come Indipendente del Popolo della Famiglia nella lista dei Riformatori e sostiene la candidatura a sindaco di Cagliari di

Paolo Truzzu. Ha accettato di candidarsi perché crede fermamente che Cagliari debba ripartire dalle famiglie e dare il giusto soste gno a quella che è stata, e sempre sarà, la cellula fondante della Società.

[foto id=”282755″]

Il suo impegno sarà dedicato, come lo è tuttora, alla difesa della vita, della famiglia e della dignità di ogni persona. Il secondo candidato, Antonello Deiana, anch’egli come Indipendente del Popolo della Famiglia, è presente nella lista insieme ai Riformatori e Fortza Paris per sostenere la candidatura a sindaco di Sassari di Mariolino Andria. Il motivo che lo ha spinto ad accettare la candidatura è principalmente il suo amore per Sassari e perché vorrebbe che questa fosse più vicina ai bisogni della gente e delle famiglie e le aiutasse con misure mirate e concrete. E’ sempre più convinto che, ripartendo la famiglia, riparte tutto il tessuto economico cittadino. I due candidati propongono diversi punti programmatici per Cagliari e Sassari. Il primo è il
SOSTEGNO ALLA NATALITA’ per le mamme italiane e non italiane residenti da più di un anno nel comune, sostenendole economicamente e socialmente nel caso in cui volessero abortire per fattori economici. Il secondo punto, denominato “DOMENICA IN FAMIGLIA”, è stato creato per ridare tempo alle famiglie e garantire a entrambi i coniugi la presenza in famiglia nei giorni festivi attraverso accordi strategici con gli esercizi commerciali per una turnazione che consenta la chiusura domenicale almeno tre domeniche su quattro.

Nel terzo punto del programma sono previsti FONDI COMUNALI I CONSULTORI GIOVANILI E PER LE REALTA’ ASSOCIATIVE che promuovono la cultura della vita e per garantire un’informazione affettiva e sessuale rispettosa delle esigenze dei ragazzi in
età evolutiva.

Un ulteriore punto programmatico chiederà il RISPETTO DELLA LEGISLAZIONE VIGENTE in merito alla registrazione negli atti di stato civile di figli ottenuti all’estero con l’aberrante pratica dell’utero in affitto o la “stepchild adoption”. Come ultimo punto del programma sono previsti INCENTIVI AGLI ESERCIZI COMMERCIALI CHE RINUNCIANO ALLE ALLE SALE SLOT MACHINE.