Il musicista e compositore sardo Michele Sanna alla Biennale di Venezia

Michele Sanna approda alla sessantatreesima edizione del Festival Internazionale di Musica Contemporanea della Biennale di Venezia

Più informazioni su

Il talento del musicista e compositore sardo Michele Sanna approda al 63°Festival Internazionale di MusicaContemporanea, diretto da Ivan Fedele e organizzato dalla Biennale di Venezia presieduta da Paolo Baratta, che si terrà nel capoluogo lagunare dal 27 settembre al 3 ottobre.

Nel programma, che si snoda in 16 appuntamenti, con 30 prime esecuzioni, accanto ai grandi maestri del calibro di George Benjamin e Georges Aperghis, debutteranno anche molte proposte ad opera delle nuove generazioni, tra cui un concerto per arpa elettrica dell’arpista friulana Emanuela Battigelli (notevole solista in formazione da camera, oltre che in collaborazione con importanti orchestre come Berliner Philharmoniker, London Philharmonia, Orchestra del Teatro alla Scala) per il quale la Biennale ha commissionato a Michele Sanna la composizione di uno dei cinque pezzi che lo comporranno.

Il brano è uno dei dodici lavori che la Biennale commissiona ogni due anni su scala internazionale, e che sarà eseguito in prima assoluta durante il Festival Internazionale di Musica Contemporanea.

Un’occasione che porta il compositore isolano a rinnovare la fruttuosa collaborazione con la Battigelli, con cui già nel 2018 aveva scritto “Studio 1” per arpa sola, permettendogli di esplorare nuovi confini di uno strumento antico, ma allo stesso tempo versatile nel suo incarnare l’armonia, e che trova nuove potenzialità espressive nell’elettronica.

Un lavoro ancora “in progress” che prevede l’uso di un’arpa “preparata” (fatto raro per questo strumento), e che si avvarrà della possibilità, offerta a partire da quest’anno dalla Biennale ai compositori, di usufruire del Centro Informatico Musicale e Multimediale (CIMM) per lo sviluppo dell’elettronica. La ricerca punta a superare l’immagine sonora “cristallizzata” comunemente attribuita all’ arpa, sfidando gli stereotipi legati al suo timbro attraverso l’estensione e la modifica delle sue proprietà, grazie all’ausilio delle nuove tecnologie.

Michele Sanna, biografia

Michele Sanna è nato a Cagliari nel 1981. Si diploma presso il Conservatorio “G.Verdi” di Milanocon il maestro Gabriele Manca nel 2012. Ha ottenuto a pieni voti il diploma di Alto Perfezionamento presso l’Accademia di Santa Cecilia con Ivan Fedele nel 2015. Ha studiato inoltre con Mario Garuti e con Alessandro Solbiati presso i corsi internazionali di perfezionamento di Sermoneta.

Ha frequentato i corsi di direzione d’orchestra ed ear training con Emilio Pomarico e Yoichi Sugyiama presso L’Accademia Internazionale della Musica di Milano e i Laboratori Permanenti di Ricerca Musicale con Stefano Battaglia presso la Fondazione Siena Jazz. Ha ricevuto borse di studio dalla Berklee College of Music di Boston e dalla Regione Autonoma della Sardegna.

Dal 2009 ha collaborato con diversi direttori, solisti ed ensemble cameristici e orchestrali (Sentieri Selvaggi, Ensemble Multilatérale, Domenico Melchiorre, Francesco Ciminiello, Flavio Tanzi, Laura Catrani, Dario Garegnani, Repertorio Zero, Gilbert Imperiàl, Divertimento Ensemble, Mark Perkarsky Percussion Ensemble, Ensemble Aleph, Ljuba Bergamelli, Ensemble Nikel, David Brutti, Blowup Percussion Quartet, Neuverband Ensemble fur neue musik, Emanuela Battigelli, Meitar Ensemble). La sua musica è stata eseguita in Francia, Olanda, Russia, Italia, Regno Unito, USA, Svizzera, Israele (Gaudeamus Chamber Music Prize, Amsterdam; Festival Pontino, Sermoneta; Festival MilanoMusica; CNSMDP Paris; Festival Rondò Divertimento Ensemble; Festival Spaziomusica,Cagliari; Fondazione Culturale San Fedele, Centro per la musica contemporanea di Mosca, London Ear Festival, Nief Norf Festival North Carolina, 7th Forum of young composers –Theatre Dunois Paris, Abbaye de Fontevraud, MeMMIX Festival-Palma de Mallorca, Prospettive Sonore del XXI secolo, Cremona, GAMO Festival Firenze, Festival Cinque Giornate di Milano, Neuverband new music festival, Basilea e Zurigo, Tel Aviv Conservatory, Festival Nuova Consonanza).

E’ vincitore di diversi premi, come il concorso Internazionale di Composizione “Galleria d’Arte Moderna” di Milano, il concorso “AFAM Divertimento Ensemble”, il Concorso Internazionale di composizione “Jurgenson” a Mosca, il concorso “Matan Givol” di Tel Aviv. Nel 2015 ha ricevuto una commissione, insieme ad altri 50 compositori provenienti da tutto il mondo, dal concorso “Nutrire la Musica” indetto da EXPO 2015-Padiglione Italia. Nel 2016 è vincitore del primo premio del concorso indetto dall’Ensemble fur neue musik di Basilea. Nel 2018 è vincitore del concorso “Matan Givol” di Tel Aviv.

E’ attivo inoltre come chitarrista in diversi campi musicali, dal Jazz (Festival Musica sulle Bocche 2009, European Jazz Expo 2011, Festival Nuoro Jazz 2010) al pop- rock (Rocce rosse e blues 2012, Dromos 2011 e 2013, Le salon de musique 2013) alla musica contemporanea (Festival Spaziomusica 2011, Imaginary Landscapes 2012, Prospettive Sonore del XXI secolo 2013, Amici della musica di Cagliari 2011).

Da diversi anni è attivo nel campo della didattica musicale: è stato docente di “Strutture e Forma nella musica” presso la Scuola di Etnomusicologia del Conservatorio “G. P. da Palestrina” di Cagliari nell’ A.a. 2009/2010; è docente di chitarra, Teoria e Armonia ed Ear Training presso la New Music Voicepower, è docente di educazione musicale presso le scuole secondarie di I livello. La sua musica è pubblicata da Edizioni Sconfinarte.

Più informazioni su