Marco Carta – In finale al “Kenga Magjike”

Marco Carta - In finale al festival internazionale "Kenga Magjike" con il brano "(Forse) non mi basti più".

Marco Carta

Marco Carta – In finale al “Kenga Magjike”

Marco Carta – In finale al festival internazionale “Kenga Magjike” con il brano “(Forse) non mi basti più”.

Marco Carta – In finale al festival internazionale “Kenga Magjike” – Parteciperà domani, sabato 26 novembre, alla finale della 23esima edizione del festival albanese “Kenga Magjike”.

Uno degli eventi più importanti e seguiti nel Paese.

La manifestazione è una delle più amate in Albania, ma non solo: negli anni è diventato un evento internazionale che attrae tantissimi artisti da tutto il mondo edizione dopo edizione.

L’artista gareggerà nella categoria “Big International Artist” con il nuovo singolo “(Forse) Non mi basti più” (Dischi dei sognatori/Artist First – https://lnk.to/ForseNonMiBastiPiu).

advertisement

“(Forse) Non mi basti più” è una ballad scritta dallo stesso Marco Carta con Marco Rettani e rappresenta un ritorno alle sonorità romantiche e melodiche delle origini dell’artista.

Un brano intimo e profondo, che parla dei ricordi che ognuno di noi porta con sé alla fine di una relazione.

Tutti i momenti, positivi o negativi, servono a farci riflettere su ciò di cui abbiamo bisogno e ci aiutano ad affrontare il futuro con una maggiore consapevolezza.

«”(Forse) non mi basti più” è un brano molto significativo – racconta Marco Carta – È un onore per me poterlo cantare in una manifestazione così prestigiosa e internazionale.

Il festival raccoglie ogni anno artisti provenienti da tutto il mondo e sono felice di essere stato selezionato e rappresentare l’Italia».

Al seguente link è online anche il videoclip ufficiale del brano, diretto da Mauro Russo: https://youtu.be/qKCcrhWk8iMmarco.

www.instagram.com/marcocartaoff – www.twitter.com/MARCOCARTA85 – www.facebook.com/marcocartaofficalpage –
www.youtube.com/c/marcocartaofficial

Articolo precedenteSkinny – “Range Rover”
Articolo successivoASD Milleculure e Innovaway SpA – “Insieme per il sociale”
Michael Bonannini (La Maddalena, 8 Agosto 2000), è un regista, sceneggiatore, poeta e giornalista. Si è diplomato nel 2022 presso l'Accademia d'arte di Cagliari. Nell'estate del 2018 ha frequentato il workshop "Plus Movie And Communication Course", presso la CSUN di Los Angeles, dove ha studiato storia del cinema e copywriting. Tra il 2019 e il 2020 ha frequentato la "Scuola di Altaformazione per Sceneggiatori Cinetelevisivi", (Associazione Script&Film), dove ha appreso le tecniche dello story-telling e della sceneggiatura cinetelevisiva. Il suo primo lavoro è del 2019, quando ha prodotto, scritto, diretto e interpretato il suo primo cortometraggio: "Arrivederci Casa", disponibile su YouTube. Durante l'estate 2020 ha prodotto, scritto e diretto il suo secondo cortometraggio: "Il Ragazzo Che Collezionava L'Uomo Ragno", anch'esso disponibile su YouTube. Il corto è stato proiettato fuori concorso al Premio Solinas 2020. Nell'Ottobre del 2020 si è trasferito a Cagliari per frequentare l' "Accademia D'Arte di Cagliari", nella triennale di Scrittura Creativa e Editoria, dove si è formato come scrittore, editor, correttore di bozze, blogger, poeta e giornalista. E' iscritto regolarmente alla Creative Writers Italia, nel quale è socio Senior, con riconoscimento MISE. Il suo primo libro, "Spento: Parole di un cuore spezzato" è in tutte le Librerie e Store Online. Nell'Ottobre 2022 esce il suo terzo cortometraggio: "The Overseers". A Febbraio 2023 uscirà il suo prossimo libro: "Il multiverso negli occhi".