Trofeo Coni: la FITET Sardegna ne convoca quattro

La Valdichiana Senese è pronta a stendere i tappeti all’imponente invasione di tremila atleti tra cui le delegazioni regionali del Tennistavolo. Il Trofeo Coni giunge alla sua settima edizione e come nelle precedenti il comitato sardo della FITeT si mette sull’attenti per onorare l’impegno.

Il tecnico regionale Francesca Saiu ha preparato la lista dei quattro convocati dal mese di giugno, segno che le idee in proposito sono sempre state molto chiare. Due prescelti arrivano dal Tennistavolo Sassari e sono la classe 2009 Laura Alba Pinna, già nel giro della nazionale e il suo compagno del 2012 Federico Casula. Appartengono al TT Guspini Elèna Kuznetsova e Luca Broccia anche loro rispettivamente di 13 e 10 anni.

I nostri portacolori giocheranno nel Palazzetto dello Sport Gianfranco Gori di Sarteano, centro a circa dieci chilometri da Chianciano Terme, luogo in cui tutti i pongisti italiani alloggeranno dal 29 settembre al 2 ottobre 2022. La competizione pongistica si snoderà in più fasi. La prima sarà a gironi di sola andata che precederà quella destinata a determinare le posizioni. Ma tutte le delegazioni accederanno al tabellone che partirà dai sedicesimi di finale.

Francesca Saiu ha in fondo creato due squadre nella squadra, puntando su due aspetti: il nuovo e il sicuro. “Laura e Luca posso considerarli come due veterani – spiega – in quanto in passato hanno già partecipato alle manifestazioni cardine del Progetto Giovani. Anche Federico è reduce dall’esperienza del PPK e credo gli sia servita da stimolo perché la scorsa settimana si è imposto nel torneo di 6a categoria di Cagliari. Tra le femminucce sarde della sua categoria, Elèna è la più alta in classifica e noto che si allena con costanza e impegno, anche se è alla sua prima esperienza in questo tipo di competizioni e probabilmente si dovrà mettere in conto un po’ di emozione”.

advertisement

Il tecnico originario di Muravera ammette che tra tutte le competizioni in calendario, riservate alle delegazioni giovanili, il Trofeo Coni sia quello a lei più gradito: “Ne approvo lo spirito e tutto ciò che rappresenta per tutti i partecipanti; in realtà la assimilo come una mini olimpiade dello sport italiano under 15 e non vedo l’ora di partecipare alla serata inaugurale perché si vivono situazioni emozionanti”.

Sulle aspettative il punto interrogativo è gigantesco: “Non miro a niente di particolare – conclude Saiu – anche perché il valore delle altre regioni è sconosciuto, ma farò in modo che da una parte si consolidino gli obiettivi di Laura e Luca e dall’altra crescano nuovi stimoli e situazioni propizie per Elèna e Federico. Spero che al di là del risultato sia una bellissima esperienza per tutti”.

IL TENNISTAVOLO QUARTU DÀ IL VIA AL TOUR DELLE VISITE AI VIVAI SARDI

Un calendario intricatissimo non permette di sfruttare i fine settimana da dedicare al monitoraggio dei settori giovanili. Ma il comitato isolano non demorde e grazie alla caparbietà del tecnico regionale Francesca Saiu, la scappatoia trova sfogo nei giorni feriali, attraverso gli stage ospitati dalle società che accolgono anche i vivai di altre società. L’inaugurazione di questo nuovo modo di coordinare le speranze del pongismo sardo è avvenuta in casa del Tennistavolo Quartu, presso la palestra scolastica di via Vespucci. I tecnici di casa Martina e Claudio Mura hanno dato il benvenuto a Francesca Saiu e allo sparring Fitet Nicola Pisanu. Hanno poi accolto calorosamente i pongisti del Torrellas Capoterra accompagnati da Maurizio Piano, Gabriele Aresu, Roberta Perna e una rappresentanza del Tennis Tavolo Guspini. I più grandi appartenevano alla classe 2011, e poi una larga schiera di piccole e piccoli, alcuni dei quali Francesca Saiu ancora non aveva conosciuto. “Ho trascorso un bel pomeriggio con tre ore ininterrotte di lavoro – ha commentato l’allenatrice sarrabese – e ai tanti atleti che sono all’inizio del loro percorso agonistico ho proposto esercizi e schemi sulla ricerca della pallina, la giusta posizione per impattarla; il tennistavolo deve essere visto come sport di continuo movimento, un concetto da assimilare immediatamente. Inoltre sono stati proposti modelli su palle fisse, da modificare in base alla imprevedibile direzione assunta dalla pallina”.

Nonostante le movenze fossero sconosciute ai più, tutti i partecipanti si son ben comportati: “Sono contentissima – conclude Saiu – e mi è sembrato che anche i tecnici siano rimasti soddisfatti”.

A sorpresa, in palestra è comparso anche il presidente FItet Sardegna Simone Carrucciu che ha scambiato quattro chiacchiere con tutti: “E’ bello ritrovare tutto questo entusiasmo – dice – e spero che queste sinergie tra società continuino anche nei prossimi mesi perché si deve crescere insieme per avere un movimento competitivo con le realtà della Penisola”.

Probabilmente la prossima occasione di incontro sarà a Capoterra.

Laura Alba Pinna (Foto Fitet)

A PAULILATINO LA FESTA DELLO SPORT HA UN GRAN SAPORE DI TENNISTAVOLO

Dare pieno sostegno alle manifestazioni periferiche. La FITET Sardegna sposa il progetto ambizioso del Comune di Paulilatino che domenica 2 ottobre 2022 orchestra la Giornata dello Sport, la passione che unisce un evento che nasce con la fruttuosa collaborazione della ASD Tennistavolo Paulilatino 2014 presieduta da Pasqualino Putzolu che in questa circostanza, in qualità di referente provinciale, rappresenta anche il comitato pongistico isolano.

E il tennistavolo è ovviamente tra gli sport in passerella: nella Piazza Rinascita, tra le 9:00 e le 13:00, chi lo desidera potrà farsi i classici due tiri, seguito dallo staff della società autoctona che non vede l’ora di fare opera di promozione. La manifestazione, coordinata dalla municipalità del comune guilcerino, è stata fortemente caldeggiata dal sindaco Domenico Gallus, noto appassionato di racchetta e pallina e dall’Assessora comunale alle politiche Giovanili Antonella Casula. In tutto saranno presenti una ventina di discipline, ma il programma proseguirà anche nel pomeriggio con addirittura delle partite di Football Americano. “Abbiamo dato l’anima – dice Pasqualino Putzolu – e spero che la popolazione paulese e del circondario ci gratifichi con una presenza massiccia. Sono inoltre contento che la nostra società di tennistavolo abbia dato un’impronta decisiva nell’allestimento della manifestazione”. Al ritrovo è atteso il presidente Fitet Sardegna Simone Carrucciu, nella veste anche di delegato CONI della provincia di Oristano.

A2 FEMMINILE: PARTONO BENE LE SOCIETA’ ISOLANE

Tre compagini sarde si trovano al comando di tre gironi su quattro della A2 femminile dopo le prime due giornate. Nel raggruppamento A il Quattro Mori Cagliari non lascia neppure un punto alle avversarie affrontate a Castel Goffredo: opposte al Tennistavolo Vallecamonica fanno la differenza con Marina Conciauro, Wei Jian e Madalina Pauliuc. Con lo stesso risultato le tre compagne affondano pure l’Amateur Sport Club.

A Verzuolo convergono le protagoniste del girone B e il trio norbellese Blu costituito da Veronica Mosconi, Krisztina Nagy e Gohar Atoyan, liquida con la massima concentrazione il forte Regaldi Novara e di seguito, disinvoltamente, il Tennistavolo Coccaglio.

Recita molto bene la sua parte anche il Muravera TT in quel di Carrara. Il punteggio pieno trova giustificazione nelle belle performances di Mihaela Suzana Encea, Miriam Carnovale, Nicoletta Criscione, Lisa Bressan, protagoniste delle vittorie su CIATT Prato e Clementina.

Infine, nel girone D, il Tennistavolo Norbello Giallo, dopo aver avuto ragione delle padrone di casa del Campomaggiore Terni, soccombe nei confronti del Frassati Napoli. Artefici, nel bene e nel male Ana Brzan, Marialucia Di Meo e Lucero Ovelar.

B FEMMINILE: INDICATORI POSITIVI

Nel girone I della B femminile giocato a Roma, si scontrano tre formazioni laziali e altrettante sarde.

Il bilancio complessivo premia in primis il Muravera TT che intasca quattro punto ai danni delle formazioni capitoline Eureka e Castello “B”. I meriti vanno equamente divisi tra Sara Congiu, Francesca Seu e Valentina Roncallo ma alla trasferta hanno partecipato Aurora Piras e Serena Anedda.

Escono imbattute dal concentramento Muraverese e Tennistavolo Sassari. Il clan sarrabese presenta la novità Bianca Bracco, brava nel chiudere la prima uscita con il 100% per effetto dei suoi quattro successi distribuiti nel derby con il team turritano, terminato in parità e il netto 4-0 sull’Eureka. Con l’atleta ligure protagoniste le compagne Alice Mattana e Luana Montalbano.

Nel clan sassarese, capace di recuperare due punti di svantaggio nei confronti della Muraverese, e poi assestare un 4-2 sul Giovanni Castello A, vanno applaudite le prestazioni di Stanislava Burenina (sconfitta solo dalla Bracco), la sassarese doc Laura Alba Pinna ed Elena Rozanova.

ARRIVANO ANCHE GLI ALTRI

Dopo l’antipasto femminile, partono anche gli altri campionati nazionali maschili dalla A2 in giù. La nostra regione è ben rappresentata anche in questi contesti con il Tennistavolo Sassari e la Marcozzi Cagliari (A2, girone A), il Tennistavolo Santa Tecla Nulvi con due formazioni in B1 (girone B): Cooperativa San Pasquale e Ferrarpay. E poi altre tre rappresentanti in B2 (girone F): Muravera TT, Muraverese e Tennistavolo Sassari. Nel girone M della C1 partecipano tra le altre il Muravera TT, Il Cancello Alghero e il TT Guspini

Al via anche i campionati regionali con l’ammiraglia C2, i due gironi della D1 e il girone F della D2, in attesa che i rimanenti cinque scaldino i motori nel secondo week end di ottobre.