Torregrande: prima ufficiale di FITET e FISDIR

Torregrande: prima ufficiale di FITET e FISDIR

Torregrande: prima ufficiale di FITET e FISDIR

Persone che si divertono. Corpi variegati articolano gli arti, sorridono e scaricano la loro enfasi dall’altra parte del campo. Passanti, agnostici, neofiti, molto esperti, osservano e meditano. Il binomio FITET-FISDIR accoglie, ubriaca di passione, non fa differenze; lo sport come veicolo per imparare e migliorare, senza barriere mentali. Scenari nuovi, atteggiamenti uguali davanti al tavolo.

Lo staff della Fitet sa come tendere la mano ai più timidi, crea movimento, costruisce corografie articolate con una pallina un po’ buffetta che non si fa scalfire dal vento. Nella spiaggia degli Oristanesi, la Torre Grande sormonta l’area che gli ideatori di “Power of Sport”, la tre giorni curata dal sodalizio locale Sea Sport, dedicata a vecchi e aspiranti paralimpici, hanno circoscritto per far assaggiare nuove discipline e costruire un futuro giocoso che potrebbe aprire originali sentieri esistenziali da percorrere.

Martina, Eleonora e Claudio sono lì a spiegare il verbo del Tennistavolo con garbo e simpatia, ma poco più in là si pratica con maggiore gagliardia, ci sono premi in palio e l’impegno è massimo sotto lo sguardo attento dell’arbitro federale Nicola Mazzuzzi. Giulia Cianciotto è la più forte tra le donne paralimpiche e precede Isabella Brenna, Giada Murgia, Valentina Cadoni. Ignazio Carta sale sul podio più alto degli uomini seguito da Andrea Coppini, Roberto Fais, Alessandro Colombu. Nel doppio misto il duo Brenna/Coppini si impone sulla coppia Cadoni/Carta. Nel doppio maschile e femminile il binomio Carta/Colombu è superiore a quello formato da Cianciotto/Murgia.

Il presidente Simone Carrucciu assiste compiaciuto al divenire degli eventi con a fianco la delegata regionale FISDIR Carmen Mura. Le due federazioni si sono incontrate per la prima volta in una competizione ufficiale con successo e il prosieguo non si farà attendere. “Ormai lo abbiamo sperimentato più volte – dice Carrucciu – anche la variante paralimpica del Tennistavolo ipnotizza chi non l’ha mai praticato. Dobbiamo insistere con questo tipo di appuntamenti e rendere sempre magiche tali giornate, favorendo la commistione più totale, anche tra coloro che ignorano cosa voglia dire condividere un progetto paralimpico. Abbiamo scavato le fondamenta, il cantiere deve restare sempre aperto come se fosse di un grattacielo infinito. Un particolare ringraziamento è doveroso per lo staff della Fisdir isolana capitanato dalla presidente Carmen Mura e del Sea Scout per la bellissima manifestazione in un clima di splendida collaborazione e inclusione; senza dimenticare un immenso grazie a tutti i partecipanti e allo staff Fitet Sardegna”.

advertisement

 

Marcozzi in festa per un magico anniversario

Quattro scudetti e infinite soddisfazioni. Ci vorrebbe un libro per racchiudere cinquant’anni di storia della gloriosa Marcozzi. E guarda caso un volume ad hoc sarà sfornato proprio in occasione della festa di mezzo secolo che si terrà al Palatennistavolo di via Crespellani a Cagliari, venerdì 2 settembre alle 19:00. Dal momento che capita raramente di raggiungere traguardi così prestigiosi, (in Sardegna le società con tale blasone non sono tantissime), ai partecipanti sarà riservato un trattamento indimenticabile grazie alla proiezione di filmati storici e le testimonianze dal vivo di autentici campioni che hanno contribuito a rendere celebre anche in Europa la società pongistica isolana.

 

A Sassari si rinnova l’appuntamento internazionale

Si chiama Trofeo internazionale “Città dei Candelieri” e da tre edizioni consecutive anima l’avvio delle attività agonistiche sarde dopo la pausa estiva.

Il Tennistavolo Sassari fa nuovamente le cose per bene e dal 2 al 4 settembre 2022 coinvolgerà 12 pongisti d’alto rango che lotteranno per aggiudicarsi il XVI Memorial Stefano Ganau-Sergio Visioli. L’appuntamento è al Palasantoru di Sassari. Si prevede un afflusso non solo di appassionati ma anche di nomi altisonanti che hanno fatto la storia del tennistavolo italiano. Il torneo vero e proprio sarà preceduto dallo Special Ping, evento promozionale curato con la società Libertas Ping Pong Monterosello.

 

Quarant’anni e coppa: Muravera sempre piu’ nella storia

Nella cittadina turistica del sud Sardegna il tennistavolo svolge un ruolo preminente grazie all’attività del Muravera TT, altra realtà che si è fatta conoscere a livello nazionale e anche nel contimente europeo. Il sodalizio di viale Rinascita approfitta della 13^ edizione della Coppa Muravera (dal 5 all’8 settembre presso la palestra comunale), riservata ai migliori specialisti nazionali della categoria giovanile Mini Cadet, per festeggiare il rotondo traguardo dei quaranta anni: lo farà mercoledì 7 settembre, dalle ore 20:00 presso il Villaggio 4Mori di Muravera. E nel corso della serata, tra piacevoli rievocazioni nostalgiche del passato, condite con un presente ancor più ambizioso, si premieranno anche le squadre vincitrici di una Coppa che anno dopo anno lascia il segno nel mondo giovanile, da sempre fiore all’occhiello del sodalizio sarrabese.