IT.A.CA Migranti e Viaggiatori XIV

IT.A.CA Migranti e Viaggiatori XIV

IT.A.CA Migranti e Viaggiatori XIV

Il Festival del Turismo Responsabile dal 16 al 25 settembre 2022 a Lanusei, Jerzu, Ussassai e Villagrande Strisaili

IT.A.CA Migranti e Viaggiatori XIV  – Villagrande Strisaili e Lanusei 21 settembre 2022Per capire quanto sia speciale IT.A.CÀ Migranti e Viaggiatori – Festival del Turismo Responsabile basta esserci andati almeno una volta, aver assistito anche a uno solo degli incontri con gli esperti, gli appassionati dei temi del rispetto dell’ambiente sardi o italiani che in questi giorni sono le voci dell’edizione di quest’anno che parla HABITAT – Abitare il futuro” e che stanno dando gambe al verbo della convivenza tra uomo e natura sia nella quotidianità che nel viaggio. Viaggio che molti di loro hanno fatto per raggiungere l’Ogliastra in questa seconda tappa sarda del festival nell’ambito della 14ma edizione nazionale.

Anche nella giornata di giovedì 22 settembre le sorprese della rassegna non mancheranno e serviranno a capire perché i quattro comuni di Lanusei, Jerzu, Ussassai e Villagrande Strisaili, gli operatori del turismo, i volontari e gli appassionati si stiano facendo in quattro per un festival che vuole mostrare le potenzialità dell’Ogliastra lontana dal caos turistico ma attenta all’ambiente, alla ricerca di modi sempre più forti di proteggerlo.

Giovedì 22 settembre alle h 9.30 si parlerà nuovamente di miele, a Villagrande Strisaili sarà possibile assistere al laboratorio di produzione del nettare naturale e proseguire la giornata con un gesto di sensibilità ambientale, quello della campagna Food Forest alle h 11.00 che con la piantumazione degli alberi, riduce l’impronta ecologica dei nostri spostamenti nel mondo. A pranzo alle h 12.30 sarà possibile continuare gli scambi sul tema della cura dell’ambiente presso l’Agriturismo Murtarba per lasciare poi spazio alle h 17.00 alla conferenza del pomeriggio sul tema “Turismo sostenibile e i suoi impatti” a Lanusei (aula consiliare). Il dibattito si concentrerà sulle diverse possibilità di sviluppo del turismo sostenibile in Ogliastra, gli aspetti sociali, economici e ambientali devono essere presi in considerazione per un turismo che permetta uno sviluppo del territorio e rispondere alla domanda su come fare per ridurre l’impronta ecologica del viaggio?

advertisement

Alle h 16.00 una full immersion nel Gennargentu porterà i visitatori direttamente dentro l’esperienza del Selvaggio Verde. Un percorso intenso tra i ginepri secolari, i torrenti e tante meravigliose piscine naturali per vivere il monte con chi lo abita quasi tutto l’anno.

Alle h 17.00 la scoperta del monte partirà dal lago Bau Muggeris per una insolita canoata, immersi nei riflessi azzurri dello specchio d’acqua contornato dal eredità archeologiche e villaggi fantasma in un insolito scenario interessante e spettacolare.

Alla stessa ora, alle h 17.00 sarà possibile scegliere un’altra esperienza quella di Bau Mela alla scoperta del bosco di querce che custodisce un’oasi dove la corrente d’acqua ha scavato e modellato il granito generando un affascinante spettacolo di salti e laghi.

Conferenza Il Turismo e il suo impatti

Giovedì 22 Settembre 2022 – h 17:00 Lanusei, Aula Consiliare

Animatore: Carlotta Lucato giornalista

Intervengono: Davide Burchi sindaco di Lanusei

1. Gloria Crabolu ricercatrice e Docente in Turismo Sostenibile, University of Exeter, Regno Unito – “impronta del viaggio nel turismo: progetti dell’Europa con il Percorso di transizione per il turismo – Green Deal”

2. Michele Puxeddu direttore del Servizio Territoriale Forestas Lanusei – “prevenzione delle incendi e altri impatti”

3. Michele Muggianu Cisl Ogliastra e Sara Lorrai Fisascat Cisl – “impegno sociale – politica di formazione nel turismo “

4. Ilenia Cocco esperta di turismo sostenibile – “il turismo sostenibile visto dal punto di vista del mercato ingles”

5. Sandro Deplano operatore locale – social eating – “turismo sostenibile: esperienza di cena in famiglia a Ussassai”

6. Franca Cabras Agriturismo Murtarba e Salvatore Marongiu progetto agroforestazione – “agire in Ogliastra per ridurre l’impronta ecologica”

7. Jean Luc Madinier direttore dell’agenzia di ecoturismo Sardinia Fair Travel – “valorizzare lo sviluppo dei territori e l’offerta per i viaggiatori stranieri”

8. Beatrice Bellini Università di Nanterre (Francia) – “il concetto di un’offerta di marketing positivo”

Conclusione di Paola Autore vice presidente di AITR – Associazione Italiana del Turismo Responsabile – “valorizzazione del turismo sostenibile, un turismo positivo”

Il festival è promosso da: YODA APS, NEXUS Emilia Romagna.

Nell’ambito di: Bologna Estate 2022

Con il patrocinio di: Rai per la Sostenibilità, Ministero della Cultura, A.I.T.R. Associazione Italiana Turismo Responsabile, Comune di Bologna, Bologna Welcome, eXtraBo, Università degli Studi di Bologna, Unione Comuni dell’Appennino Bolognese, Unione dei Comuni Savena e Idice, Comune di Monzuno, Comune di Monte San Pietro, Comune di San Benedetto Val di Sambro, Unione Comuni Valli Reno Samoggia.

Con il sostegno di: Territorio Turistico Bologna–Modena, Emilia Romagna Turismo, Regione Emilia Romagna.

Media Partner Nazionali: Rai Pubblica Utilità | TGR, Green Me, Italia Che Cambia, DOVE, Altreconomia, Plein Air e PLEIN AIR CLUB, Green Planner, Tesori d’Italia, EcoBnb.

www.festivalitaca.net

Il festival è nato nel 2009 a Bologna, da YODA aps, NEXUS Emilia Romagna e COSPE onlus. Negli anni ha creato una rete importante che oggi conta oltre 700 realtà̀ locali, nazionali e internazionali, coinvolgendo 24 territori e 14 regioni italiane. È il primo e unico Festival in Italia che si occupa di turismo responsabile e innovazione turistica in un’ottica sostenibile, per vivere i territori nel rispetto delle culture e dell’ambiente. Nel 2018 ottiene un riconoscimento importante per l’eccellenza e l’innovazione nel turismo da parte dell’UNWTO (Organizzazione Mondiale del Turismo delle Nazioni Unite). Ogni anno IT.A.CÀ invita a scoprire luoghi e culture attraverso itinerari a piedi e a pedali, workshop, seminari, laboratori, mostre, concerti, documentari, libri e degustazioni, per lanciare un’idea di turismo più̀ etico e rispettoso dell’ambiente e delle comunità. Un cammino unico in tanti territori diversi, per trasformare l‘incoming in becoming. Coniugando la sostenibilità̀ del turismo con il benessere dei cittadini. Il Festival si rivolge a: cittadini, studenti, organizzazioni no profit, aziende, agenzie viaggi, turisti, volontari, istituzioni ed enti locali, comunità̀ di immigrati, artisti e a chi vuole davvero conoscere cosa significa fare “turismo responsabile”.

La tappa Ogliastra è realizzata in collaborazione con Slow Food Nuoro, Asd Antiche Vie, Agugliastra, Alturs, Sardaigne en libertè, Sardinia fair travel, Coop Nuova Luna, Archeonova, Selu B&B, Fulvia Adamo e Ussassai Experience. Con il patrocinio di Forestas, Cai Ogliastra, CGIL Ogliastra Nuoro, Cisl Ogliastra, CCIAA di Nuoro, GAL Ogliastra, AITR, Banca Etica soci sud Sardegna, ISTO. Coordinato da Pro Loco di Lanusei, Pro Loco di Jerzu, Pro loco di Villagrande Strisaili, Comune di Ussassai. Media Partner: Life in Ogliastra, Visit Lanusei, Dove, Tesori d’Italia. Sponsor: Sardinia Ferries