“Il piacere di leggere”: corso di formazione per docenti scuola superiore

“IL PIACERE DI LEGGERE”. IN PARTENZA CORSO DI FORMAZIONE PER DOCENTI DELLA SCUOLA SUPERIORE 

“IL PIACERE DI LEGGERE”.

IN PARTENZA CORSO DI FORMAZIONE PER DOCENTI DELLA SCUOLA SUPERIORE ORGANIZZATO DA LìBEROS E FINANZIATO DAL CEPELL.

Parte lunedì 26 settembre

advertisement

IL PIACERE DI LEGGERE,

il corso di formazione per docenti della scuola superiore organizzato da Lìberos e finanziato dal Cepell, Centro per il Libro e la Lettura.

 

“Il piacere di leggere”

La passione per la lettura nasce spesso a casa, nelle famiglie dove si legge e dove ci sono tanti libri.

Ma quando non si ha questa fortuna, la scuola può avere un ruolo centrale nel far scoprire a ragazzi e ragazze il piacere della lettura.

“Il piacere di leggere” è il corso di formazione per docenti della scuola superiore organizzato da Lìberos, che da dieci anni promuove la lettura in Sardegna, e finanziato dal Cepell, Centro per il libro e per la lettura, con il bando Educare alla lettura 2021.

Il corso comincia lunedì 26 settembre:

si rivolge ai docenti dell’Istituto Tecnico Statale Mattei di Decimomannu, Istituto di Istruzione Superiore Giua (sede di Assemini) e dell’Istituto Tecnico Agrario Duca degli Abruzzi di Elmas;

con il coinvolgimento del Sistema Bibliotecario Bibliomedia

e prevede l’incontro con esperti nazionali di educazione alla lettura quali Marco Magnone, Fabio Geda, Paolo Costa, ma anche una parte laboratoriale e un tirocinio finale.

Per info segreteria@liberos.it.

 

Breve storia dell’associazione organizzatrice Lìberos

In Sardegna la lettura è un elemento di comunità e le energie e le competenze che si muovono intorno al libro sono fonte di coesione sociale, ricchezza economica e consapevolezza civica:

Lìberos, associazione culturale non-profit,  nasce nel 2012 da queste energie e si costituisce in forma organizzata per evidenziarle, proteggerle e promuoverle.

Lìberos è una comunità di lettori e lettrici che si incontrano online ma soprattutto nelle piazze, le librerie, le biblioteche; nei grandi centri e in quelli piccoli o isolati della Sardegna.

È un laboratorio permanente di progettazione culturale che sostiene e qualifica con le sue competenze quelle comunità che credono nella lettura come fattore di crescita individuale e sociale.

È un modello culturale che spinge le persone a ragionare al plurale, abbattendo le barriere tra profit e no profit e tra centro e periferia, insegnando a immaginare la propria azione culturale in maniera organica al territorio e integrata alle altre presenze.

L’associazione ha vinto la prima edizione del premio CheFare come miglior progetto culturale ad alto impatto sociale ed economico.