Perché un ETF su Bitcoin potrebbe essere il modo peggiore per entrare nel settore delle criptovalute?

L'adozione del Bitcoin

Perché un ETF su Bitcoin potrebbe essere il modo peggiore per entrare nel settore delle criptovalute?

A causa delle commissioni di negoziazione, dei rapporti di spesa e delle tasse sui guadagni a breve termine, ci sono modi migliori per acquistare criptovalute rispetto a un ETF su Bitcoin.

La Securities and Exchange Commission degli Stati Uniti, qualche giorno fa, ha respinto la proposta di VanEck per un fondo negoziato in borsa di Bitcoin (ETF) che avrebbe detenuto la criptovaluta effettiva anziché solo i futures Bitcoin. Presentata a marzo, l’applicazione ha cercato di acquistare Bitcoin direttamente sul mercato “spot” e detenerlo in un ETF in cui gli investitori potrebbero quindi acquistare. Per chiarezza, un ETF basato su futures investe in contratti indiretti per acquistare o vendere un asset a una data futura prestabilita.

Motivazione della SEC per il rifiuto dell’ultimo ETF su Bitcoin

Sebbene la SEC abbia consentito a due ETF basati su future di Bitcoin di iniziare a negoziare il mese scorso, non autorizzerebbe un ETF contenente Bitcoin effettivo, citando nel suo rapporto di 51 pagine le sue frequenti preoccupazioni di possibili manipolazioni e frodi, all’interno del mercato delle criptovalute. Bitcoin è sceso a circa 62.000$ quando è arrivato l’annuncio della SEC, ma è rimbalzato a più di 64.000$ al momento della stesura di questo documento.

advertisement

Sebbene a molti investitori piaccia la diversità di un ETF, con la sua flessibilità di trading di un’azione, non è un ottimo modo per investire in Bitcoin o in qualsiasi tipo di criptovaluta. Meglio iniziare con una piattaforma di trading come the Bitcoin Code. Ecco alcuni motivi per NON iniziare a investire in questo settore con un ETF su Bitcoin:

  • Ogni volta che acquisti o vendi un titolo, devi pagare una commissione, e questo vale quando effettui transazioni con gli ETF. A seconda della frequenza con cui potresti scambiare un ETF, puoi accumulare alcune commissioni di trading pesanti che intaccano i tuoi guadagni di investimento.
  • Oltre alle commissioni, gli ETF hanno rapporti di spesa. Un rapporto spese è una percentuale delle tue partecipazioni che il fondo ti addebita annualmente come pagamento per il privilegio di consentire loro di gestire i tuoi soldi. In conclusione, maggiore è il rapporto spese, minore è il rendimento del tuo investimento in ETF.
  • Secondo le regole dell’IRS, le criptovalute sono classificate come proprietà personale, che sono tassate alle tariffe a breve e lungo termine in base alla durata in cui le detengono. Se detieni una risorsa digitale per meno di un anno, ottieni guadagni a breve termine, che vanno dal 10% al 37% a seconda del reddito e dello stato di archiviazione nel 2020: i tassi a lungo termine sono più bassi. È fondamentale sapere come e quando un ETF tratta gli esborsi di guadagno per evitare sorprese fiscali.
  • Uno degli aspetti più eleganti delle criptovalute è che poiché non sono titoli, i titolari possono praticare legalmente la raccolta delle perdite fiscali. Quindi, se una criptovaluta sta attraversando un periodo particolarmente volatile, puoi venderla in fondo a un calo, registrare la perdita e quindi riacquistare immediatamente ciò che hai appena venduto e risalire. La regola Wash-Sale non si applica alle criptovalute, ancora. Tuttavia, perdi quella manovra di risparmio fiscale con un ETF.
  • Inoltre, i regolamenti della SEC richiedono che gli ETF future su Bitcoin attualmente approvati detengano solo fino all’85% del valore patrimoniale netto del fondo in strumenti Bitcoin. Il saldo deve essere in un’altra risorsa diluitiva, che ti consente di diversificare il tuo investimento oltre la semplice criptovaluta.

La SEC ci ha fatto un favore

In definitiva, ci sono modi molto migliori per immergerti nelle criptovalute con scelte facili da usare e a misura di consumatore come PayPal o Coinbase. L’ironia della decisione della SEC di rifiutare l’ETF spot di Bitcoin è completamente coerente e allineata con l’etica e i principi fondanti di Bitcoin. Bitcoin è stato creato per rimuovere rapporti di spesa, commissioni, commissioni nascoste e intermediari dalle transazioni finanziarie, non per inserirli nel processo di acquisto di criptovalute. Quindi un caloroso “grazie” in risposta al più recente rifiuto della SEC.

Acquista e vendi criptovalute su un exchange scelto da esperti

Esistono centinaia di piattaforme in tutto il mondo che aspettano di darti accesso a migliaia di criptovalute. E per trovare quello che fa per te, dovrai decidere quali funzionalità sono più importanti per te.