Assemini: scuola media Pascoli-Nivola, lavori a rischio-Ciusa (M5S): “Nella finanziaria le opportunità per far ripartire l’edilizia scolastica

Assemini: scuola media Pascoli-Nivola, lavori a rischio-Ciusa (M5S):

Assemini: scuola media Pascoli-Nivola, lavori a rischio-Ciusa (M5S): “Nella finanziaria le opportunità per far ripartire l’edilizia scolastica

“Dopo due anni di duro lavoro, con un progetto in fase avanzata e due finanziamenti per oltre un milione e mezzo di euro (uno comunale e uno GSE) già a disposizione, la scuola media Pascoli-Nivola di Assemini rischia di non poter effettuare i lavori di ristrutturazione e riqualificazione che l’avrebbero trasformata in un plesso scolastico moderno, sicuro e sostenibile”.
“L’obiettivo della cittadina alle porte di Cagliari – spiega Michele Ciusa (M5s) – si è scontrato contro le lungaggini legate al periodo pandemico, poiché ad oggi, i finanziamenti Bei del Ministero dell’Istruzione destinati al completamento di dieci progetti di edilizia scolastica in Sardegna, tra i quali la scuola di Assemini, non sono più disponibili, e i progetti già avviati risultano quindi scoperti”.
“Considerato che questa maggioranza ha dichiarato di voler combattere lo spopolamento, un fenomeno collegato strettamente alla presenza di servizi come le scuole, chiedo che nella stesura di questa Finanziaria venga data priorità a quegli interventi che attendono soltanto i fondi regionali per essere completati. Nel caso di Assemini mancano all’appello 275 mila euro perché il progetto possa finalmente partire”.
“Sono però dieci in tutta la Sardegna – prosegue Ciusa – gli interventi di edilizia scolastica finanziati con fondi Bei che rischiano di avere la strada sbarrata e riguardano i Comuni di Sassari, Oristano, Donori, Loiri Porto San Paolo, Abbasanta, Valledoria, Donori, Lanusei, Nurri, Olmedo e Sedilo. I progetti presentati da questi Comuni sono stati inseriti nella graduatoria del bando lanciato attraverso il Progetto Iscol@ nel 2019, e sono ancora oggi in attesa delle somme relative alla cooprogettazione, di competenza della Regione Sardegna: circa 13 milioni di euro”.
“In questo momento, l’unico ostacolo resta soltanto la volontà politica, perché la possibilità di spesa è reale e concreta. Questa è un’opportunità immediata anche far sì che gli interventi futuri tengano conto di questo periodo difficilissimo di pandemia che speriamo di poterci lasciare alle spalle al più presto”.