Cagliari: movida cagliaritana, denunciati due giovani in centro

Gli Agenti della Squadra Volanti di Cagliari, nella notte di sabato 4 dicembre, in due distinti interventi hanno indagato in stato di libertà due giovani cagliaritani resisi responsabili di resistenza e oltraggio a Pubblico Ufficiale.

Intorno alle 4 del mattino, in Via Roma è stato richiesto l’intervento della Polizia perché al 113 sono pervenute diverse segnalazioni per della musica ad alto volume proveniente da un locale pubblico.

Al loro arrivo gli Agenti, ancor prima di entrare, hanno sentito il forte frastuono provenire dal locale che aveva la porta di accesso aperta.

 

Mentre i poliziotti facevano il loro ingresso venivano avvicinati da un uomo che si presentava come il proprietario manifestando, con atteggiamento provocatorio di sfida, il suo disappunto per la presenza della Polizia. Invitato ad uscire dal locale gli Agenti hanno provveduto ad identificare il titolare e mentre espletavano questa operazione si è avvicinato un altro uomo che, senza essere stato coinvolto, ha iniziato ad inveire contro i poliziotti manifestando la sua contrarietà su quanto stavano facendo.

advertisement

A questo punto, anche a lui sono stati chiesti i documenti e per tutta risposta quest’ultimo è andato in escandescenza proferendo prima frasi oltraggiose per poi scagliare verso gli Agenti il contenuto di un bicchiere che aveva in mano. La reazione dei due operatori è stata immediata e risolutiva perché il 28enne è stato immobilizzato e fatto accomodare nella vettura di servizio.

Condotto in Questura, dopo gli accertamenti di rito, è stato indagato in stato di libertà per resistenza a P.U. e rifiuto di indicazioni sulla propria identità personale.

 

Il secondo intervento invece si è verificato nella centralissima Via Barcellona intorno alle 5 del mattino quando a richiedere l’intervento della Polizia è stato un equipaggio del 118 impegnato nel soccorso di un uomo.

Gli Agenti, raggiunti i paramedici, hanno accertato che mentre questi ultimi stavano effettuando un intervento in soccorso di un giovane straniero colto da malore che doveva essere trasferito in ospedale, un giovane in evidente stato di ebbrezza alcolica si è intromesso nelle operazioni facendo da prima numerose domande circa la lentezza dei soccorsi per poi intralciare il loro lavoro rendendo difficoltoso portare a termine il soccorso.

Nonostante la presenza dei poliziotti, il giovane 21enne nuorese ha continuato con la sua condotta offensiva ed oltraggiosa verso i paramedici per poi inveire con maggiore violenza verbale contro i poliziotti.

Il 21enne è stato accompagnato in Questura e dopo gli accertamenti di rito è stato indagato in stato di libertà per oltraggio a pubblico ufficiale.