Tempio Pausania, “Setterane e i gradi di un passaggio”

Alessio Ninu ha scelto la cattedrale di San Pietro ed il Nuraghe Arrubiu

Il viaggio di Setterane fa tappa in due siti che saranno valorizzati da uno spettacolo definito dalla critica “manifesto filosofico e umano”, “unico nel suo genere”, “toccante e straordinario”, che anche quest’anno è sostenuto dalla Fondazione di Sardegna.

L’artista quartese Alessio Ninu, sociologo, scrittore, musicista, pittore e regista teatrale, in Setterane è autore non solo del testo e delle musiche ma anche di una complessa regia luci e ha ideato e realizzato i costumi di scena e le scenografie.

L’attore il 5 settembre, alle ore 21 e 30, sarà in scena a Tempio Pausania davanti alla cattedrale di san Pietro. Il 10 si replicherà al nuraghe Arrubiu di Orroli alle ore 22. Le location prescelte verranno illuminate cromoterapicamente sulla base di un disegno luci architetturale e Alessio Ninu canterà e si muoverà sulla scena dipingendo in diretta, nel contempo, una tela che a fine spettacolo regalerà a chi, tra il pubblico, ha inconsapevolmente ispirato l’opera.

advertisement

Ancora una volta il personaggio di Setterane (inventato nel 1999) parlerà di bellezza e speranza, raggiungerà il suo mondo parallelo non prima di aver salvato, in forma di semi, sette cose dal mondo reale. Avrà sconfitto il dolore un’altra volta e rinascerà nel cuore di chi ascolterà la sua storia. Ad andare in scena oltre ad Alessio Ninu, saranno Chiara Maccioni (narratrice), Luca Cogoni (pianista), Alessio De Vita (violinista), Alessandro Atzori (percussionista), Eleonora Alice Ninu (performer).

Lo spettacolo, le sue location e le date.

Nel mese di settembre 2021 due date e due siti diversissimi:
* il 5, Tempio Pausania, cattredrale di San Pietro (ore 21:30)
* il 10, Orroli, nuraghe Arrubiu (ore 22:00)