Seneghe, Cabudanne de Sos Poetas

Cabudanne de Sos Poetas

Il 31 agosto seconda anteprima al Cabudanne de sos poetas con la presentazione del libro di Marco Lutzu “Deus ti salvet Maria. L’Ave Maria sarda tra devozione, identità e popolar music”. Il 1° settembre prende il via ufficiale la XVII edizione del festival di poesia tra i più importanti in Italia, a Seneghe.

 

Dopo l’appuntamento con il grande grecista, traduttore e uno dei più grandi editori di poesia Nicola Crocetti, il 31 agosto per la seconda anteprima della XVII edizione del Cabudanne de sos poetas nel consueto spazio dedicato alla Sardegna arriva a Seneghe Marco Lutzu con il suo libro “Deus ti salvet Maria. L’Ave Maria sarda tra devozione, identità e popolar music”, Edizioni Nota 2020. Alle 18.00 Ottavio Nieddu incontra l’autore a Sa Domo de sa poesia. Intervento musicale a cura di Nicola Piredda. Etnomusicologo, Lutzu è ricercatore all’Università degli Studi di Cagliari. Ha fatto ricerca sul campo in Sardegna, Cuba e Guinea Equatoriale, occupandosi di rapporti tra musica e religione, analisi della performance, poesia improvvisata, cultura hip hop. Oggi è responsabile scientifico dell’Enciclopedia della Musica Sarda (L’Unione Sarda, 2012), autore di “Non potho reposare: il canto d’amore della Sardegna” (Nota, 2017) e curatore di “Deus ti salvet Maria: l’Ave Maria sarda tra devozione, identità e popular music” (Nota, 2020).

Il viaggio nel Mondo a veniretema di questa edizione del Cabudanne prenderà il via ufficiale a Seneghe il 1° settembre, ai Giardini de Murone, con la poesia occitana di Max Roquette alle 21.30. Ospiti Franc Ducros, poeta, traduttore, saggista e amico storico del Cabudanne e Gisèle Pierra, linguista e docente all’Università Paul Valèry di Montpellier III.

advertisement