bicibicitalia

“Bicibicitalia”: un viaggio tra i ricordi in Sardegna su Prime Video

L’idea di muoversi in bicicletta tra i posti più belli d’Italia dà una visione di turismo sostenibile, sia dal punto di vista economico che territoriale, soprattutto in un momento difficile a causa dell’emergenza Coronavirus che ha colpito il mondo.

Ed ecco che su Prime Video approda “Bicibicitalia”, un viaggio coinvolgente tra le bellezze del paesaggio italiano in bici, un tour delle regioni in doppia puntata in compagnia di due conduttori che non sono lo stereotipo dei volti televisivi ma i ragazzi della porta accanto, una coppia anche fuori dal set: si tratta dell’abruzzese Federico Perrotta, attore teatrale, comico con all’attivo moltissimi spettacoli, e la bellissima Valentina Olla, show girl televisiva di origini sarde e ora attrice teatrale e cantante.

Il progetto

Il progetto nasce dalla geniale intuizione di Stefano Gabriele, regista televisivo e cinematografico romano, titolare di Framexs Multimedia, azienda che da anni è attiva nella produzione di contenuti cinematografici, televisivi e video in senso generale:

advertisement

“L’idea di fondo – come spiega il regista – è quella di raccontare il nostro meraviglioso Paese, soprattutto nelle sue aree meno sfruttate e conosciute, attraverso un mezzo di trasporto ecologico, salutare e fruibile per tutti: la bicicletta. Non una bicicletta sportiva o estrema ma una bici adatta a tutti, alle famiglie, ai ragazzi e agli anziani”.

Federico e Valentina danno vita ad alcune gag e poi, pedalando, raggiungono i luoghi che vogliono mostrare. Spesso si soffermano a parlare con persone comuni, anche con le istituzioni, ma ancora più spesso incontrano degli ospiti illustri in ogni campo.

bicibicitalia

In Sardegna le emozioni diventano immagini fisse nella mente, diventano un vero album da sfogliare grazie ai ricordi di Valentina:

“Mio padre è sardo, e tutta la famiglia di mio padre è da sempre innamoratissima della Sardegna. Ho conosciuto e respirato questa regione nei racconti, nei piatti tipici, nel prodotto sempre ricercato e poi, per i miei primi sedici anni, ho vissuto le vacanze in quel mare non turistico che solo i sardi conoscono, tra gli angoli nascosti”.

“Il territorio sardo – prosegue l’artista – è aspro e meraviglioso. La popolazione è orgogliosa e ha delle tradizioni molto presenti. Porto sempre nel cuore la Sardegna e al dito la fede sarda perché rappresenta le mie origini, e rappresenta l’amore che ho per il mare; io sono innamorata del mare: quello della Sardegna con i suoi colori e i suoi profumi presenti nell’aria, proprio lì dove il cielo è più blu, è difficile da dimenticare”.

Il viaggio “storico” di Federico e Valentina prende vita a Posada (Nuoro), dove ogni pietra ha una storia da raccontare: testimoni della monumentale bellezza di questo territorio sono per esempio la Chiesa di Sant’Antonio Abate e il Castello della Fava, una delle fortezze medioevali meglio conservate della regione.

 

Non mancano anche due emozionanti incontri: uno con chi del mare ha fatto la sua ragione di vita, anzi, la sua filosofia, si tratta di Gaetano Mura, velista professionista – che si definisce però “navigatore” – che condivide con i due artisti tutto ciò che comporta il suo rapporto con il mare; l’altro con Alberto Pala che ripercorre sapientemente con loro la storia che caratterizza il Nuraghe di San Pietro, una delle più importanti testimonianze della preistoria per l’isola.

bicibicitaliaLa brezza marina, il rumore del mare, e tutto ciò che ad esso è collegato permettono a Valentina di sostenere anche un viaggio interiore alla riscoperta del suo passato in cui riecheggiano suoni, canti ben interpretati dai Tenores, e gli insegnamenti forti del nonno:

“Ecco che con molta soddisfazione, dopo le vacanze con i miei genitori, ho portato anche mio marito a scoprire la mia regione, o meglio quella parte di Sardegna non turistica, e lui si è scoperto innamoratissimo come me e finché il Covid ce l’ha permesso siamo sempre tornati in Sardegna che io definisco il mio ‘centro benessere a cielo aperto’ perché mi basta stare una settimana per rigenerarmi. Amo la Sardegna, tantissimo”.

Mare di Sardegna

La produzione

La produzione del programma è targata Format srl e il produttore è Mauro Venditti, che ha creduto nel progetto investendo in esso uno sforzo non indifferente: la troupe di 16 persone, infatti, si è mossa in tutta Italia nell’arco di due stagioni per un totale di 40 puntate (due per ogni regione di lavoro, appunto). Autori del programma Berardino Iacovone e Piergiorgio Lalli.

La troupe vede la presenza di figure professionali di alto livello come Gianluca Gallucci (D.O.P. e steadicam operator), Iulian Calugaru (D.I.T. e drone pilot), Davide Zucchetti (montatore), Lorenzo Gabriele (colorist) ed Eugenio Vatta, autore di alcune musiche ma soprattutto responsabile del mixage audio.

Altro valore aggiunto al programma è la sigla finale Bicibicitalia composta ed eseguita dai Tetes de Bois. E’Zenit Distribution a chiudere l’accordo con Prime Video per la diffusione del format.

Il tour ‘virtuale’ tra le bellezze italiane di Bicibicitalia è disponibile su Prime Video, pronto a regalare forti emozioni anche in un momento difficile come quello che sta vivendo il mondo intero.

bicibicitalia