Donato Forcillo presenta il suo progetto per “Lavoro di cittadinanza”

“Salve,
sono Donato Forcillo, ho un Ph.D in Economia Politica ottenuto tra la Sardegna e Londra. Sono stato Assessore alle Finanze del comune di Porto Torres ed ex candidato alle Europee in Sardegna/Sicilia nel 2019.

Vi scrivo per presentarVi brevemente un progetto a cui ho partecipato e vinto, con lo scopo di creare un dibattito sullo sviluppo economico e occupazionale della Sardegna, senza importanza del colore politico dato che non rivesto nessun ruolo, affinché, quanto vi presento nelle prossime righe, possa arrivare nelle stanze della Giunta della Regione Sardegna e in particolare dell’Assessorato al Turismo, sperando possa costituire un volano per la ripresa economica e occupazionale della nostra Sardegna.

Circa un anno fa le Associazioni Culturali Intregu e Sarditalianieuropei, con il contributo della Fondazione di Sardegna, hanno fatto partire una call for ideas dal titolo “Lavoro di Cittadinanza”. Ho scritto un progetto di sviluppo corredato di business plan, dati e numeri dal titolo “Sardinia-Land. La Sardegna 2.0” e ho vinto il primo premio alla pari con un altro progetto. Sono orgoglioso perché si riconoscono le potenzialità del progetto, confermando che una nuova possibilità di sviluppo per la Sardegna e le nuove generazioni è possibile. 

La call aveva come finalità principale quella di analizzare la situazione attuale ed offrire un progetto di sviluppo concreto, elaborando una nuova visione socio-economica del Nord-Ovest Sardegna, con particolare riguardo alla questione occupazionale. Un progetto che doveva essere facilmente estendibile a tutta la Sardegna e avere carattere di intergenerazionalità, a differenza di quanto accaduto con lo sviluppo del polo industriale di Porto Torres.

È stata l’occasione per mettere nero su bianco un’idea che avevo in testa oramai dal 2015. Amo molto viaggiare. In quel periodo vivevo a Londra per il mio dottorato di ricerca e andai in Islanda per un viaggio di piacere. L’Islanda è un’isola sperduta situata nell’Oceano Atlantico vicino alla Groenlandia. Ha un clima ostile, un solo aeroporto e non ha una rete ferroviaria. Nonostante ciò e nonostante la crisi finanziaria del 2008, è stata resiliente. Ha trasformato in parte la sua economia puntando molto sul turismo, valorizzando quindi il suo territorio e la sua cultura. Tutto questo e tanto altro, mi hanno fatto pensare alla mia Sardegna e a quanto quel modello sia facilmente replicabile da noi. Noi che viviamo in un’isola meno isolata della loro. Abbiamo tre aeroporti anziché uno. Una rete ferroviaria che loro non hanno. Un clima favorevole tutto l’anno. Abbiamo tradizioni e culture meravigliose.

Tuttavia questo progetto non potrebbe mai prendere piede senza l’ausilio e la collaborazione in primis della Regione Sardegna. Con il Vostro aiuto, questo messaggio quindi vuole essere un invito da parte mia all’attuale amministrazione per considerare il progetto. Un modello di sviluppo nuovo e sostenibile per la nostra Sardegna esiste. Bisogna solo crederci e volerlo.

Link della call con bando, dati e vincitori: https://lavorodicittadinanza.wordpress.com/
Allegato: Per un rilancio del Nord Ovest Sardegna – Call for ideas